Esclusiva Basketuniverso: intervista a Omar Thomas

Home

 

Omar Thomas in esclusiva a Basketuniverso (dinam1960.blogspot.com)
Omar Thomas in esclusiva a Basketuniverso (dinam1960.blogspot.com)

Omar Thomas, nuovo acquisto della Dinamo Sassari ha deciso di concedere un’intervista a Basketuniverso.
Il giocatore nativo di Philadelphia da quest’anno è tornato in Italia dopo la lunga squalifica dovuta al falso passaporto sloveno.

Omar Thomas, dopo un anno passato in Russia al Samara, il tuo ritorno in Italia, da cosa è dovuta questa scelta?

Il mio contratto con il Samara stava scadendo e ho ricevuto chiamate da Milano, Brindisi e Sassari. Ho scelto di sbarcare in Sardegna perché è la squadra che ha maggiori aspettative e che ha costruito un team assai competitivo.

Cosa ne pensi del progetto della Dinamo?

Senza dubbio è un progetto molto solido, che va avanti da circa 4 anni. Già da quando ero a Brindisi erano presenti giocatori che troverò come compagni di squadra (Vanuzzo, Devecchi ndr). Meo è senza dubbio un grande allenatore, un vero amico dentro e fuori dal campo. Il mio obiettivo principale è quello di trovarmi bene con tutti i compagni.

Da avversario hai calcato 4 volte il Palaserradimigni, 2 volte con Brindisi, 1 con Avellino e con Samara anche se quest’ultima solo in amichevole. Che idea ti sei fatto dei tifosi biancoblù?

Senza dubbio sono i migliori tifosi d’Italia insieme a quelli di Brindisi. Sostengono i propri beniamini durante  ogni partita con un calore immenso e sono sempre vicini alla squadra nei momenti di difficoltà.

Quest’anno andrai a Brindisi e ad Avellino da avversario, che accoglienza pensi di ricevere?

Nutro sentimenti positivi sia per Avellino che per Brindisi e penso di ricevere un’accoglienza calorosa.

L’anno scorso con Samara hai vinto l’Eurochallenge, quali emozioni si provano a vincere un titolo continentale?

Arrivavamo in finale da imbattuti, i pronostici erano tutti dalla nostra parte ma durante la partita il Pinar si è dimostrata una squadra competitiva.
Alla fine siamo riusciti a vincere solo di un punto ed è stata un’emozione incredibile alzare un trofeo sudato e meritato.

Nei tuoi due anni in Italia hai vinto il titolo di MVP di Legadue e di Serie A, quali sono i tuoi obiettivi personali per questa stagione?

L’obiettivo principale è quello di vincere il campionato. Ripetersi ed essere il miglior giocatore del campionato sarà un’ardua impresa, ma con giocatori del calibro dei cugini Diener e di Caleb Green, non è certamente impossibile. Come ho detto prima l’obiettivo principale è quello di legare al meglio con tutti i compagni.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.