Esclusiva BU – Pascolo e Poeta commentano lo storico traguardato raggiunto da Trento in Eurocup

Coppe Europee Esclusive Eurocup

 

Nella serata di ieri, l’Aquila Trento ha fatto nuovamente la storia: è riuscita a qualificarsi da esordiente alle semifinali di Eurocup.
BasketUniverso ha raccolto le dichiarazioni a caldo dei due protagonisti principali di questo Euro-derby: Davide Pascolo e Peppe Poeta. Il primo è stato votato MVP dello scontro da coach Dan Peterson mentre il secondo è stato colui che ha fatto la voce grossissima nel match d’andata, risultando il migliore in campo di quel match.

Davide Pascolo

 

pascolo trento

Come ci si sente ad essere in semifinale di una competizione importante come l’Eurocup, avendo eliminato Milano in un euro-derby?

“E’ una grandissima emozione aver eliminato Milano in questo Euro-derby, soprattutto per la grande squadra che è Milano ma anche per il fatto di esserci qualificati in semifinale di Eurocup”.

Come si prepara un match come questo sapendo di essere in vantaggio di dieci punti?

“L’abbiamo preparato come se fosse una partita a se stante, senza pensare al vantaggio accumulato all’andata, anche perché noi non siamo una squadra in grado di gestire, appena giochiamo sotto ritmo paghiamo, mentre oggi siamo stati bravi a tenere sempre alta l’attenzione, senza pensare troppo alla partita d’andata”.

Sei a Trento dalla B1, avresti mai pensato di raggiungere un traguardo del genere in così poco tempo?

“In B1 ovviamente era un sogno anche solo arrivare in Serie A, quindi figuriamoci se pensavo di potermi qualificare ad una semifinale di Eurocup vincendo al Forum di Assago, davanti a diecimila persone. E’ un’emozione grandissima”.

Peppe Poeta

 

poeta trentoCome ci si sente ad essere in semifinale di una competizione importante come l’Eurocup, avendo eliminato Milano in un euro-derby?

“Siamo davvero contenti per lo storico traguardo che abbiamo raggiunto, ce lo siamo completamente meritato, lottando in entrambe le partite”.

Come si prepara un match come questo sapendo di essere in vantaggio di dieci punti?

“Lo si prepara con la giusta serenità e concentrazione, cercando di pensare il meno possibile al match d’andata. Siamo entrati in campo con l’idea che fosse una partita secca, partendo da 0 a 0, senza pensare di avere dieci punti di vantaggio rispetto all’Olimpia”.

Quando hai sposato il progetto Trento credevi di poter arrivare così lontano in Europa?

“Sì, ci credevo. L’Aquila Basket Trento è una società seria, si merita tutto questo”.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.