Ettore Messina: “In NBA dopo una sconfitta non ti rompono le palle come in Europa”

Home Serie A News

Milano non giocherà la partita di Eurolega settimanale contro lo Zenit San Pietroburgo, rinviata per i troppi casi di Covid-19 tra le fila dei russi. Forse anche per questo motivo coach Ettore Messina ha avuto tempo di essere ospite al podcast serbo BLOCK po BLOCK, durante il quale ha toccato diversi argomenti comprese le differenze tra NBA ed Europa, due mondi vissuti approfonditamente dal tecnico dell’Olimpia.

La gente non ha idea quanto sia diverso allenare in NBA. I 48 minuti in termini di rotazioni dei giocatori e quanti minuti un giocatore possa rimanere in campo, è tutto completamente differente. Inoltre in Europa, se sei sotto di 15 a metà del terzo quarto, la partita probabilmente è quasi conclusa. Nella NBA, se sei sotto di 20 a metà del terzo quarto, hai ancora 18 minuti da giocare, quasi metà di una partita europea. Quindi c’è ancora la possibilità di vincere.

In NBA non ti rompono le palle come fanno in Europa, sui media e social media. In NBA non c’è la stessa pressione, non si avvicinano nemmeno al livello di aggressività che c’è in Europa. Questa è la stessa ragione per la quale gli americani vanno alle partite ed è un ambiente più felice.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.