Eurocup: Berlino passa a Sassari, ora in Germania servirà un miracolo

Home

Dinamo Banco di Sardegna Sassari-Alba Berlino 83-91

Drake Diener, i suoi 13 punti non bastano a Sassari per assicurarsi la vittoria.
Drake Diener, i suoi 13 punti non bastano a Sassari per assicurarsi la vittoria.

Al Palaserradimigni, la Dinamo Sassari di coach Sacchetti gioca per la prima volta nella sua storia gli ottavi di finale dell’Eurocup, affrontando l’Alba Berlino. I tedeschi occupano la terza posizione in Bundesliga dietro al Bayern Monaco e al Bamberg (eliminato proprio dai sardi alle TOP32).

Quintetti:
Dinamo Banco di Sardegna Sassari: Diener T., Green C., Diener D., Gordon, Thomas.
Alba Berlino: Hammonds, Redding, Logan, King, Radosevic.

Si infiamma subito il match e dopo 1’ 30” il punteggio è di 5-5. Radosevic e Logan sono i grandi protagonisti della partita, con Berlino che prova subito a scappar via (5-12). Sassari prova a rimanere aggrappata al match, trascinata da un ritrovato Drew Gordon, ma i tedeschi riescono a tenere un minimo margine. Gli arbitri diventano gli assoluti protagonisti, con molti fischi dubbi in favore degli ospiti, che mantengono una distanza di sicurezza dai sardi. Il primo quarto termina così sul 22-30 per l’Alba, che reagisce alle timide reazioni d’orgoglio dei padroni di casa.
All’inizio del secondo periodo viene fischiato un fallo tecnico a Travis Diener, ma l’Alba non ne approfitta, subendo anche la rimonta della squadra di coach Sacchetti che si porta sul +2 (33-31). Berlino trascinata dal solito Logan e da Stojanovski ritrova la via del canestro, riportandosi davanti di 5 lunghezze (38-43). Sassari, nonostante la spinta dei 4000 del Palaserradimigni continua a litigare col ferro e il quarto si chiude con gli ospiti avanti 40-47.
La Dinamo in apertura di ripresa parte fortissimo e al 22’ è sotto di una sola lunghezza (48-49). La reazione dei tedeschi è immediata e con Jagla trovano il 52-58. Il capitano della Dinamo, Vanuzzo, risponde presente riportando i sardi sul -3 (60-63). Negli ultimi minuti del quarto nessuna delle due squadre riesce a prendere il largo e al 30’ Berlino è avanti 64-69.
I sardi cominciano malissimo l’ultimo quarto ritrovandosi sul -10 e con appena 2 punti in 2 minuti e mezzo. Nonostante i due timeout chiamati da coach Sacchetti, la situazione in casa Dinamo non cambia e al 34’ Berlino è avanti 66-80. I due liberi di Gordon non svegliano i padroni di casa, che si ritrovano sotto 68-84 a poco più di 4’ dal termine. La Dinamo non riesce a recuperare il gap e l’Alba vince 83-91. Ora in germania i ragazzi di coach Sacchetti saranno chiamati ad un vero e proprio miracolo, visto che la O2 Arena di Berlino è stata violata soltanto una volta in tutta la stagione

MVP: Leon Radosevic, l’ex giocatore dell’Olimpia Milano realizza 24 punti e prende rimbalzi offensivi determinanti per la vittoria finale dei tedeschi.

Tabellini:
Dinamo Banco di Sardegna: Green M.2, Green C. 19, Devecchi NE, Chessa 8, Gordon 18, Diener T.8, Sacchetti 0, Diener D. 13, Vanuzzo 9, Tessitori 2, Thomas 4.

Alba Berlino: Logan 18, Schultze NE, King 0, Fulle NE, Vargas 5, Kendall 11, Redding 17, Wohlfart 2, Stojanovski 7, Jagla 5, Hammonds 2, Radosevic 24

[banner network=”altervista” size=”300X250″ align=”aligncenter”]

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.