Eurocup, Girone B, Day 4: Sassari butta via tutto nell’ultimo quarto, clamorosa caduta a Zagabria

Home

CEDEVITA ZAGABRIA-DINAMO BANCO DI SARDEGNA 94-83

By Quarter 1 2 3 4
Cedevita Zagabria 22; 26; 14 ;32
Dinamo Banco Di Sardegna Sassari 32: 23 ;24 ;4
End of Quarter 1 2 3 4
Cedevita Zagabria 22 ;48; 62 ;94
Dinamo Banco Di Sardegna Sassari 32 ;55 ;79 ;83

I Quarto

Le prime battute ci parlano di una partita punto a punto, con le due contendenti pronte a rispondere colpo su colpo ad ogni canestro avversario. La Dinamo prende un po’ le distanze grazie alle triple di Caleb Green del 4-8 e del 8-12, ma il Cedevita rimane sempre incollato e risponde agevolmente con Suton e poi con Nurkic(12-12 a 4’32” al termine del quarto). L’ennesima tripla di Caleb Green chiude un mini-break di 0-5 in favore dei Sassaresi(0-5) che, a questo punto, sembrano molto più lucidi rispetto all’ultima partita giocata in campionato e culminata con una sconfitta. Zagabria decide di provare ad attaccare il giovane Tessitori e dà due volte di seguito palla sotto a Miro Bilan che costringe l’ex-Forlì a due falli consecutivi: con il primo arriva il gioco da tre punti concluso pienamente, con il secondo il 2/2 dalla lunetta(19-19). I croati riescono a mettere la testa avanti con la tripla di Luka Babic(22-21) una trentina di secondi dopo, ma la la risposta sarda è furente: arriva uno 0-11 di parziale in chiusura di quarto che porta alla Dinamo un vantaggio in doppia cifra(22-32), protagonisti assoluti dell’allungo Drake Diener con 6 punti(10 in totale nel quarto) e Omar Thomas con 5(11 nel quarto).  22-32 il punteggio dopo la prima frazione.

Nolan Smith decisivo nella strepitosa rimonta del Cedevita Zagabria
Nolan Smith decisivo nella strepitosa rimonta del Cedevita Zagabria

II Quarto

La Dinamo riprende il discorso dove l’aveva lasciato prima della sirena: Caleb Green apre le marcature con un lay-up. Ovviamente i croati non ci stanno e grazie a Goran Suton(due triple e una schiacciata) e Zubcic piazzano un 10-0 riportandosi prepotentemente sotto(32-34). Brian Sacchetti scuote la Dinamo e con una tripla ricaccia indietro gli avversari, gli fa seguito Travis Dienere(32-39). Bilan continua la sua ottima partita e mette dentro un altro gioco da tre punti(38-41), Zababria è viva e la Dinamo non può permettersi cali di tensione, e infatti poco dopo mette in cantiere un parziale di 0-6 propiziato da Brian Sacchetti che segna i primi 4 punti e concluso da Thomas che non deve far altro che appoggiare a canestro dopo il “confetto” consegnatogli da Travis Diener che spinge subito in attacco dopo aver rubato palla(40-49 al 8′). Nei due minuti successivi però la Dinamo perde lucidità in attacco e smette di segnare e, nonostante una buona difesa, subisce due triple che riavvicinano pericolosamente gli avversari(46-29 a 1′ dalla fine del quarto). Maques Green perde palla nell’azione successiva all’ultima tripla subita, ma per fortuna dei sardi Goran Suton sbaglia l’appoggio e dal contropiede scaturisce la tripla di Brian Sacchetti(46-52). Poco dopo arriva il gioco da tre punti a firma Caleb Green che fissa il punteggio all’intervallo sul 48-55, anche in ragione del tiro sulla sirena sbagliato da Drake Diener.

III Quarto

La Dinamo prova a gestire il vantaggio e nei primi minuti del secondo tempo sembra riuscirci bene trovando il più nove(52-61) con il diciannovesimo punto della partita di Omar Thomas. Nei successivi due minuti lo stesso, Thomas in tandem con Caleb, continua a crivellare il canestro avversario portando i suoi a più quindici(54-69). Travis Diener trova poco dopo la prima tripla della propria partita e il più diciotto sassarese(54-72). I sardi sembrano ormai in controllo del match. Il più venti arriva quasi due minuti dopo con la conclusione da oltre l’arco del capitano dei sardi Manuel Vanuzzo. Il punteggio alla sirena recita 62-79 in favore dei bianco-blu.

Zagabria è stata amarissima, ma, sbollita la giusta arrabbiatura, il pubblico sassarese dovrà sostenere la squadra nel prossimo impegno casalingo
Zagabria è stata amarissima, ma, sbollita la giusta arrabbiatura, il pubblico sassarese dovrà sostenere la squadra nel prossimo impegno casalingo

IV Quarto

Nell’ultimo quarto non c’è assolutamente partita. Per la Dinamo? No, a favore del Cedevita. Nolan Smith e Delas suonano la carica e il parziale iniziale è impressionante 20-0. La Dinamo sparisce, in ambo le parti del campo. Il primo canestro sardo arriva a 55” dalla fine. Una rimonta impressionante quella dei croati, un black-out impressionante quello dei sardi.  Una delle partite più strane delle ultime cinque stagioni europee. Nolan Smith segna persino da centrocampo allo scadere: il Cedevita vince 94-83. La Dinamo si scioglie. Forse c’è qualcosa da rivedere.

Considerazioni: Lo san bene tutti che in casa Dinamo ci sono ancora dei meccanismi da oliare, ma ciò non giustifica un passaggio a vuoto di 10′ minuti. Di un’intera frazione. Sacchetti sarà giustamente furente, perché la sua squadra aveva ben figurato arrivando anche sul più venti e mettendo in mostra anche una buona difesa. Inspiegabile.

 

Migliore in Campo: Nolan Smith che capeggia la rimonta impossibile dei croati, sarebbe stato Thomas ma a fronte di com’è andata non è possibile assegnare a lui il riconoscimento;

Peggiore in Campo: La Dinamo del quarto quarto, nulla di più da aggiungere se un dato statistico: parziale di 32-4 nell’ultima frazione!;

Cedevita Zagabria

Mazalin n.e, Zubcic 4, Ramljak 15, Mustapic 0, Babic 11, Delas 13, Smith 20, Suton 17, Bilan 10, Nurkic 4 , Baltic 0;

Dinamo Banco di Sardegna Sassari

Green M. 0, Fernandez 0, Green C. 20, Reinholt n.e, Devecchi 0, Diener T. 5, Johnson 8, Sacchetti 12, Diener D. 14, Vanuzzo 3, Tessitori 0, Thomas 21;

Arbitri

CONDE, ANTONIO [ESP]
CIULIN, MARIUS [ROM]
ESTERON, OMER [ISR];

Le altre partite:

Bilbao Basket-Elan Chalone sur Saone 77-67

Bilbao conquista l’ennesima vittoria nel girone e si conferma sempre più capolista. In casa si libera con discreta facilità di Chalone conduce per quasi tutto il match sopra la doppia cifra di media. Decisiva la netta superiorità a rimbalzo(40-27) e le ottime cifre dal campo(58% da due per gli spagnoli contro il 42% degli avversari). Mattatore del match German Gabriel con 16 punti(3/4 da due, 2/4 da tre, 4/4 ai liberi) e sei rimbalzi.

Belgacom Spirou Charleroi-EWE Baskets Oldenburg (stasera ore 20:30)

[banner network=”altervista” size=”300X250″ align=”aligncenter”]

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.