Eurocup, girone B, day 9: Dinamo, sei prima!

Home

SASSARI Oggi Basketuniverso si è recato al Palaserradimigni per assistere dalla tribuna stampa del Palazzetto sassarese al match tra Dinamo Sassari e Cedevita Zagabria. Nelle file di Sassari manca Travis Diener e i giocatori di Zagabria possono contare anche sul supporto di un centinaio di tifosi arrivati con un volo charter dalla città croata.

Arbitri:

Elias Koromilias (GRE)Bardera Regis (FRA), Michaelides Markos (SUI)
Quintetti:
Dinamo Banco di Sardegna Sassari: Green M., Diener D., Thomas, Green C., Johnson

Cedevita Zagabria: Smith, Ray, Babic, Suton, Bilan

La palla a due è della Dinamo, che trova il primo vantaggio con Johnson.
Zagabria
trova il primo canestro del match con Ray, ma Sassari segna con continuità e dopo 2’30” Sassari è avanti 9-2. La Dinamo prova a scappar via fin dalle prime battute di gioco, trascinata dai canestri di Thomas (13-5). Zagabria al 7′ è già a quota 7 palle perse e Sassari si porta sul 16-7. Suton e Ray riportano Zagabria sul -3. Zagabria, nonostante le triple di Sacchetti e il nono punto di Thomas, trascinata da un incontenibile Smith si mantiene viva sul -3. L’ultimo canestro del quarto è di marca sassarese. Al 10′ la Dinamo è avanti 23-18. Da segnalare il 5/5 dal campo e i 4 rimbalzi di Omar Thomas, finora assoluto protagonista del match.

II quarto

Smith con un gioco da tre punti realizza i primi punti del quarto e riporta Zagabria completamente in partita (23-21). Drake

Nolan Smith, autore di un strepitoso secondo quarto.
Nolan Smith, autore di un strepitoso secondo quarto.

con una tripla e un assist per la tripla di Devecchi regala a Sassari il +8, costringendo coach Repesa a chiamare timeout. Zagabria ha grosse difficoltà a trovare la via della retina e Sassari vola sulla doppia cifra di vantaggio (33-22). Smith con 7 punti consecutivi porta Zagabria nuovamente sul -3 (35-32). Coach Repesa a 12″ dal termine del quarto decide di chiamare un mini timeout da 20″. Smith ancora una volta si dimostra una vera e propria spina nel fianco per la difesa sassarese e al 20′ il punteggio è di 35-34 per i sassaresi. Durante la pausa lunga vengono presentati al pubblico le squadre giovanili della Dinamo Sassari, allenate da personalità di spicco del basket nazionale, come Massimo Bisin (nella sua carriera è stato responsabile giovanile di squadre come Biella e Milano) ed Emanuele Rotondo (miglior realizzatore e storico capitano della Dinamo Sassari).

III quarto

La seconda frazione si apre con 2 tiri liberi realizzati da Omar Thomas. Zagabria pareggia a quota 37 con Babic. Drake e Suton portano la partita sul 39 pari. Zagabria mostra molte lacune ai tiri liberi e Bilan fa 0/2 dalla lunetta. Sassari con Green e Diener va sul 49-43 e coach Repesa chiama timeout a seguito dell’ennesima palla persa dei suoi ragazzi. Babic  lasciato colpevolmente solo dall’arco punisce la Dinamo e Zagabria torna a -3. Nelle file sassaresi, Caleb Green decide di entrare in partita e di fare le cose in grande e realizza 9 punti consecutivi (conquistandosi anche un fallo antisportivo)e in un batter d’occhio la Dinamo si porta sul +12 (62-50). Vanuzzo allo scadere del terzo quarto realizza un’importantissima tripla che consente a Sassari di chiudere avanti 65-53.

 

Omar Thomas MVP del match (dinamobasket.com)
Omar Thomas MVP del match (dinamobasket.com)

IV quarto
Jusuf Nurkic apre le danze nel quarto periodo, ma nonostante i numerosi tiri sbagliati dalla compagine sassarese, non ne approfitta per tornare in partita e al 32′ Sassari è ancora sul +10. Zagabria dimostra ancora una volta di avere problemi ai tiri liberi e Ray fa solo 1/2 (67-56). Ramljak commette il suo quarto fallo e  5′ dalla fine Zagabria è già in bonus. Sassari si sblocca con Caleb e allontana nuovamente la squadra croata (69-58). Sul 70-61, Johnson commette il suo quarto fallo che consente a Ramljack di portarsi in lunetta ma l’ala croata fa un pesantissimo 0/2. Thomas fa 21 a 1’30” (73-63). L’ultimo minuto inizia con Sassari avanti di 8. Sassari amministra senza troppi patemi il vantaggio e trionfa per 77-68, regalandosi così la matematica certezza del primo posto nel proprio girone di Eurocup. Sassari accede per la prima volta nella sua storia alle top 32. La Dinamo con questa vittoria sale a 10 successi consecutivi tra campionato ed Eurocup (l’ultima sconfitta dalla compagine sassarese fu l’harakiri in quel di Zagabria).

MVP Basketuniverso: Omar Thomas

Tabellini
Dinamo Banco di Sardegna Sassari: Green M 9, Fernandez 0, Green C. 20, Reinholt NE, Devecchi 5, Johnson 2, Sacchetti 3, Diener D. 12, Vanuzzo 3, Tessitori 2, Thomas 21.

Cedevita Zagabria: Mazalin NE, Zubcic 5, Ramljack 8, Mustapic 0, BAbic 7, Smith 19, Ray 10, Suton 10, Bilan 3, Nurkic 6, Baltic NE, Bazdaric 0.

Elan Chalon sur Saone 81 – Bilbao Basket 79

Chalon: Aboudou 19, Tchicamboud 14, Slaughter 13
Bilbao: Kavaliauskas 18, Lopez 17, Pilepic 16, Mumbru 14

 

Ewe Baskets Oldenburg 74 – Spirou Charleroi 82

Oldenburg: Crosariol 15, Paudling 14, Joyce 12
Charleroi: Mallet 17, Watkins 15, Trapani 14, Mukubu 13

CLASSIFICA

Sassari 7 – 2
Oldenburg 5 – 4
Cedevita 5 – 4
Bilbao 4 – 5
Chalon 4 – 5
Charleroi 2 – 7

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.