Eurocup, gruppo C, day 7: Varese subisce ancora una dura sconfitta e saluta l’Europa

Home
Andrew Albicy, MVP del match tra Paris Levallois e Cimberio Varese (upload.wikimedia.org)
Andrew Albicy, MVP del match tra Paris Levallois e Cimberio Varese (upload.wikimedia.org)

Paris Levallois-Cimberio Varese 77-65

Continua la crisi della Cimberio Varese, che subisce l’ottava sconfitta nelle ultime nove partite tra campionato e coppa. La panchina di Fabrizio Frates è sempre più traballante. Varese domenica affronterà al Palawhirlpool il fanalino di coda Pesaro e cercherà di strappare due punti importantissimi per il morale della squadra lombarda.

Quintetti:
Paris Levallois: Albicy, Lang, Ndoye, Brown, Sane
Cimberio Varese: Clark, Mei, Ere, Polonara, Hassell

1 quarto:

Il primo canestro del match lo firma il giovane Mei, ma la risposta della squadra francese non si fa attendere e Lang pareggia subito i conti, 2-2. Parigi vola sul +8 grazie ad Albicy che porta i suoi sul 14-6. Sul finire di quarto Varese torna in partita e al 10′ il punteggio è di 14-11.

2 quarto

Nei primi minuti del secondo quarto Varese subisce un durissimo parziale di 13-1 che spezza le gambe ai giocatori della squadra lombarda, che si ritrovano sotto di 15 punti (27-12). Varese, spinta da un super Clark tenta più volte di tornare in partita ma il primo temo si chiude con Varese sotto di 13 lunghezze (35-22). Vanno sottolineati i soli 22 punti realizzati dalla squadra di Frates nei primi due quarti di gioco.

3 quarto

All’uscita degli spogliatoi, Parigi dimostra ancora una volta di essere più determinata a conquistare i 2 punti e tornano sul +14. Nei minuti centrali del quarto, Parigi amministra il vantaggio senza problemi e allontana i pericoli creati dai canestri del solito Clark (18 per lui a fine gara). Al 30′ il tabellone del Palais Des Sports Marcel Cerdan segna il punteggio di 58-49 per la squadra allenata da coach Beugnot.

4 quarto
Varese, consapevole del fatto che in caso di sconfitta saluterebbe anzitempo la competizione decide di reagire e spinta da un super Polonara si porta sul -5 (66-61). Il Paris Levallois, però non regala niente e con l’aiuto di tutto il team (ben 6 giocatori in doppia cifra a fine partita), riesce a portare a casa un’importantissima vittoria.
Parigi batte Varese 77-65.

Con questa sconfitta Varese, che in estate aveva giocato anche il preliminare per accedere alla fase finale dell’Eurolega, viene matematicamente eliminata anche dalla seconda competizione europea. Parigi invece sale a quota 4 punti e spera ancora nella qualificazione alle Final 32.

Parziali: 14-11; 21-11; 23-27; 19-16.
Cumulativi: 14-11; 35-22; 58-49; 77-65

MVP: Andrew Albicy

I tabellini:
Paris Levallois: Ewing 10, Ndoye 13, Labeyrie NE, Anagonye 3, Lang 10, William 14, Poirier NE, Aboki 0, Sane 0, Albicy 15,  Brown 12.
Cimbero Varese: Scekic 7, Sakota 0, Rush 1, Clark 18, Banks 8, De Nicolao 0, Balanzoni NE, Affia Ambadiang 0, Mei 2, Hassell 1, Ere 13, Polonara 15.

Ratiopharm Ulm- Valencia Basket Club  92-84

Continua il percorso in testa alla classifica del girone C di Europa del Ratiopharm Ulm. I tedeschi sconfiggono 92-84 il Valencia che ora con un record di 4-3, rischia di perdere il treno della qualificazione.
Valencia, che aveva a disposizione solo 8 giocatori, chiude il primo quarto in vantaggio di 3 lunghezze (23-26). Nel secondo quarto, l’Ulm, dimostra che non è in testa alla classifica per puro caso e chiude il primo tempo avanti di 3 lunghezze (44-41).
Negli ultimi due quarti si assiste a un match intensissimo (in palio c’era la vetta della classifica), ma è l’Ulm alla fine ad avere la meglio e a consolidare il primato in classifica. Il match termina 92-84 in favore dei tedeschi.

I tabellini:
Ratiopharm Ulm: Guenther 5, Theis 6, Sosa 9, Maier NE, Hess 7, Long 18, Clyburn 4, Howard 14, Schwethelm 14, Plaisted 8, Nankivil 7.

Valencia Basket Club: Triguero 7, Ribas 7, Doellmann 16, Van Rossom 11, Sato 13, Martinez 11, Lafayette 9, Pecherov 10, Abia NE, Sabater NE, Perez NE.

Union Olimpika Ljubljana-Asvel Vilelurbanne 86-48

Vittoria fin troppo facile quella dell’Olimpia Lubiana, che sconfigge 86-48, il malcapitato Villeurbanne. Gli sloveni, che alla fine del primo tempo erano avanti di sole 10 lunghezze, sfruttano un terzo quarto praticamente perfetto e vinto 29-8. Con questa vittoria Lubiana sale al secondo posto in classifica e si avvicina alle Top 32.
I tabellini:
Union Olimpika Ljubljana: Jackson 9, Rupnik NE, Joksimovic 2, Brodnik 2, Salin 25, Gailius 10, Bubnic 7, Vladovic 0, Omic 6, Augustus 2, Drobnjak 8, Stephenson 15.
Asvel Vilelurbanne: Nsonwu 4, Morlende 6, Wright 2, Keselj NE., Jackson 5, Chassang 4, Rozenfeld 0, Larrouquis 3, Leslie 4, Sy 9, Joseph 11. 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.