Eurocup, Last 32 Girone H: il Gran Canaria abbatte la Dinamo

Coppe Europee Eurocup


Albert OliverHerbalife Gran Canaria-Dinamo Banco di Sardegna Sassari 90-74

(17-18; 19-20; 30-12; 24-24)

Alla Gran Canaria Arena, va in scena una partita piuttosto inutile per le sorti del girone . I sardi, infatti, sia con una vittoria che con una sconfitta, sono costretti a battere il Banvit nella gara casalinga di mercoledì. Però si sa…vincere aiuta a vincere.

Coach Garcia Reneses schiera Bellas, Baez, Tavares, Kuric e O’Leary; risponde la compagine italiana con Logan, Vanuzzo, Sanders, Devecchi e Lawal.

Nei primi minuti di avvio, le squadre faticano a trovare il canestro: serve un libero di Tavares dopo quasi 2′ per aprire la partita. Sono i padroni di casa comunque a partire bene andando subito sul 10-4 guidati dal capoverdiano approfittando del difficile avvio di Logan (0/4 al tiro). Poi salgono in cattedra Sacchetti e Sanders che guidano la squadra fino al pareggio a quota 15 a pochi minuti dalla sirena di quarto. Ma è Chessa che, con la bomba a 10” dal termine, chiude la prima frazione a favore della Dinamo per 17-18.

Il secondo periodo si apre con Gran Canaria che chiude gli spazi in difesa: solo Dyson riesce a trovare la via del canestro mandando a +3 gli ospiti. Gli spagnoli piazzano un 7-2 guidato da Baez con cui vanno in vantaggio sul 26-22 costringendo Sacchetti al timeout. Lawal e ancora Sanders cercano di riportare la Dinamo in vantaggio, ma è la bomba di Vanuzzo su assist di un Logan più concentrato a far arrabbiare coach Garcia Reneses e a costringerlo al minuto di sospensione sul 30-32. Oliver e Pauli provano a ribaltare ancora una volta le sorti, ma prima Sacchetti e poi Formenti allo scadere mandano le squadre a riposo sul 36-38.

Matteo Formenti: suo il canestro che ha permesso alla Dinamo di chiudere il primo tempo in vantaggio
Matteo Formenti: suo il canestro che ha permesso alla Dinamo di chiudere il primo tempo in vantaggio

Al rientro in campo, parte subito forte Kuric che piazza 5 punti di fila per il vantaggio gialloblu, ma subito Sacchetti rimette la partita in parità a quota 41. I padroni di casa tuttavia sembrano avere una marcia in più con Baez e Tavares che costringono Sacchetti al timeout sul 45-41 per scuotere i suoi. Timeout che porta ben pochi risultati: Tavares inchioda e Baez allunga fino al +8 e un Sacchetti furioso richiama i suoi in panchina. Ormai gli spagnoli son partiti e allungano il break fino al 13-0 quando Logan sigla il lay-up del 54-43. Il centro capoverdiano però sotto le plance è inarrestabile e guida i suoi fino al +15 e con un Oliver in serata di grazia in regia amministra il vantaggio. La Dinamo subisce troppo in difesa e non riesce a reagire: il punteggio recita 66-50 prima degli ultimi 10′.

Nell’ultimo periodo, prima Dyson poi Lawal provano ad impensierire la difesa spagnola: ma ad ogni canestro della Dinamo è quasi sempre Kuric a rispondere e a mantenere intatto il vantaggio spagnolo che a 5′ dal termine è sul 78-62. Anche Logan prova a ridare la scossa, ma ormai la partita è saldamente in mano al Gran Canaria che con Kendall arriva anche fino ai 20 punti di vantaggio a un minuto e mezzo dal termine. Gran Canaria batte Dinamo 90-74.

MVP, Albert Oliver: in cabina di regia è dominante. 15 punti e 8 assist per il play spagnolo in 20′ di gioco.

Tabellini:

Herbalife Gran Canaria: Oliver 15, Barro 0, Bellas 3, Baez 12, Kendall 11, Portuges 0, Alvarado NE, Paulì 8, Tavares 14, Kuric 21, O’ Leary 4, Summers 2

Rimbalzi: 40 (Baez e Tavares 8)
Assist: 23 (Oliver 8)
T2: 28/48; T3: 9/21 ; TL: 7/13;

Dinamo Banco di Sardegna: Logan 15, Sosa NE, Formenti 4, Sanders 10, Devecchi 0, Lawal 12, Chessa 3, Dyson 12, Sacchetti 9, Mbodj 1, Vanuzzo 7;

Rimbalzi: 33 (Lawal 8)
Assist: 12 (Logan 5)
T2: 22/42; T3: 7/25; TL: 9/11

 

Banvit Bandirma-Buducnost VOLI 87-72

Il Banvit Bandirma nell’anticipo batte il Buducnost, condannando i montenegrini alla matematica eliminazione dal torneo. Nel primo quarto sono gli ospiti a partire subito forte andando sul 2-10: i turchi non riescono a rispondere alle offensive montenegrini. Solo Davis e Veremeenko tengono i padroni di casa in vita fino alla fine del quarto che si chiude sul 20-26. In avvio di secondo periodo, Safak Bordo trova il 31 pari, ma Subotic dalla lunga è inarrestabile riportando in vantaggio i suoi sul 33-38. Poi per gli ospiti si spegne la luce: spinti dal proprio pubblico, i padroni di casa piazzano un devastante 17-4 che chiude la prima metà di gara sul 50-42.

Al rientro in campo, Davis e Simmons continuano a martellare il canestro avversario, allungando il vantaggio dei turchi in doppia cifra fino al 60-46 di metà quarto con la tripla di Dragicevic. Il montenegrino è autore di una gran partita mandando i suoi al massimo vantaggio sul +15 (71-56). Cook riaccorcia le distanze sulla sirena per il 72-59 prima del quarto finale. Qui però gli ospiti non ce la fanno più: i turchi arrivano anche a 20 punti di vantaggio e controllano fino alla fine per l’87-72 finale. MVP, Simmons con 13 punti e 8 rimbalzi.

Banvit Bandirma: Vereemenko e Davis 14, Simmons e Dragicevic 13, Edge 9

Buducnost Podgorica: Cook 14, Paunic 13, Planinic e Subotic 11

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.