Eurocup, Last 32, gruppo H: Il Montenegro è amaro per la Dinamo, il “Budu” si impone

Eurocup Home
Sehovic assoluto protagonista del match
Sehovic assoluto protagonista del match


Buducnost VOLI Podgorica-Dinamo Banco di Sardegna Sassari 93-82

A Podgorica la Dinamo si presenta priva del solo Brooks, di cui si aspetta l’esito degli esami tra due settimane e con un Devecchi da usare col contagocce. Il Buducnost, a sua volta, ha dalla sua il sostegno del pubblico e l’adrenalina per la nettissima vittoria ottenuta contro il Cibona Zagabria.

Pronti, via e il Buducnost grazie alle triple di Sehovic e Cook si porta subito sul 6-0. Dyson sblocca l’attacco dei sardi, ma sono i montenegrini ad avere in mano le redini del match e trascinati da un ottimo Sehovic volano sul 18-8. Nel corso del primo quarto il Buducnost mantiene alte le proprie percentuali al tiro e al 7′ i padroni di casa sono già avanti 29-14.
Sassari prova a stringere le maglie in difesa e negli ultimi 3′ del quarto riesce a portarsi sul -8 (35-27 al 10′).

Subotic da una parte e Sanders dall’altra regalano spettacolo agli oltre 2000 tifosi occorsi alla Moraca Arena (47-37 al 15′). Le percentuali dei padroni di casa si abbassano notevolmente e la Dinamo prova a rifarsi sotto e con 5 punti consecutivi di Logan accorcia sul – 6 (53-47). Un lay-up di Subotic chiude il primo tempo sul definitivo 55-47.

Rakim Sanders, miglir giocatore della Dinamo
Rakim Sanders, miglior giocatore della Dinamo

Nei primi minuti del terzo quarto la partita segue il copione del secondo con le due squadre che si rincorrono tra i 12 e gli 8 punti di scarto. Il Buducnost però, anche grazie all’assenza di un “4” di peso nelle file della Dinamo domina sotto le plance e con un canestro di Sehovic tocca i 17 punti di scarto (74-55). Sanders è l’unico terminale offensivo dei sardi che chiudono così la terza frazione sotto 81-62.

Il quarto periodo, dopo il +22 toccato dal Buducnost con un canestro del solito Sehovic a 8′ dalla fine (87-65), sembra essere una mera formalità. Sassari è però una squadra che non si arrende facilmente e grazie a un’ottima difesa e ai canestri di Dyson e Lawal ricuce il gap fino al -5 (89-84 a 2’14”). Il centro nigeriano commette fallo su Vitkovac che fa 2/2 dalla lunetta e riporta il Buducnost sul +7. Sassari da quel momento non riesce più a trovare il ritmo avuto nel corso del quarto e un canestro dalla media di Cook chiude definitivamente il match. Buducnost batte Sassari 93-86.

Con questa sconfitta i sardi, vista la vittoria del Banvit contro il Gran Canaria, scivolano all’ultimo posto nel girone e ora, per passare il turno, dovranno fare un piccolo miracolo.

Tabellini:

Buducnost VOLI Podgorica: Cook 13, Sehovic 27, Dasic 6, Planinic 12, Subotic 11, Carapic NE, Vitkovac 17, Popovic NE, Ivanovic NE, Reynolds 5, Paunic 2, Rikic NE

Rimbalzi: 42 (Sehovic 13)
Assist: 23 (Subotic 5)

T2: 25/46; T3: 10/24; TL: 13/16

Dinamo Banco di Sardegna Sassari: Logan 17, Sosa 7, Formenti 3, Sanders 24, Devecchi 0, Lawal 8, Chessa 3, Dyson 20, Sacchetti 4, Mbodj 0, Vanuzzo NE

Rimbalzi: 27 (Lawal 10)
Assist: 13 (Sacchetti e Sosa 4)

T2: 20/37; T3: 11/27; TL: 13/19

Banvit Bandirma-Herbalife Gran Canaria 80-70

Prima sconfitta dopo 12 vittorie consecutive per il Gran Canaria, che in Turchia cade per 80-70 contro il Banvit Bandirma. A discapito delle sole 10 lunghezze il Banvit domina il match per tutti i 40′ grazie ai 22 punti di Mutaf e ai 18 di Simmons. Al Gran Canaria non bastano i 18 punti di Newley.

Banvit Bandirma: Mutaf 22, Simmons 18, Rowland 14
Gran Canaria: Newley 18, Kuric 13, Kendall 11

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.