Eurocup: Ulm e Khimik di misura, Unics facile

Home

eurocup logo

KHIMIK YUZHNE 75 – AYKON TED ANKARA 71

Khimik e Ankara si ritrovano negli ottavi di finale dopo essersi affrontante in regular season con una vittoria per parte. L’avvio è di marca ucraina con Khimik avanti 7-0, ma la reazione di Ankara vale il 15-23 del primo riposo,grazie soprattutto alla buona vena di Golubovic e Plisnic. Le bombe di Gatens e Shuler riportano vicino i padroni di casa, poi la gara si sviluppa in equilibrio: al 38-39 alla pausa lunga. Gli ucraini rientrano molto bene e segnano da fuori con Schuler e Travis, ma Golubovic e Tucker tengono lì i turchi sul 59-52 alla fine del terzo periodo. Tucker e Valters riportano Ankara a -1, ma nelle ultime battute ancora Travis e Shuler scrivono il 75-71, dando alla loro squadra  un bottino di 4 punti da difendere nella gara di ritorno ad Ankara.

Khimik: Travis 19, Delaney 15, Shuler 11.
TL 9/11, T2 21/40, T3 8/25
Rimbalzi: 40 (Travis 9, Delaney 8)
Assist: 13 (Gatens 4)

Ankara: Golubovic e Tucker 18, Plisnic 14.
TL 13/17, T2 14/31, T3 10/27
Rimbalzi: 36 (Golubovic 11)
Assist: 15 (Valters 7)

Edgar Sosa con la maglia di Biella (www.dominicanosenbasket.com)

RATIOPHARM ULM 89 – HAPOEL MIGDAL GERUSALEMME 87

La partenza è tutto favorevole all’Hapoel che va sull’11-23 con Parapoushki ed Eliyahu, ma i tedeschi si rifanno sotto con Edgar Sosa e così la prima frazione va in archivio sul 22-27. Nel secondo quarto le squadre si scambiano mini-parziali: prima Schwetelm impatta infilando due triple di seguito, quindi Duncan riporta avanti i suoi, poi Hummer e Clyburn riscrivono un vantaggio per il Ratiopharm, infine l’Hapoel va all’intervallo sul 43-50. Si procede ancora con break e contro-break anche nel terzo periodo: si fa vedere ancora Sosa, ma arriva subito la risposta  di Kitchen e Halperin. Successivamente è il turno di Long con 7 punti di seguito, ma Duncan non ne vuole sapere, infine Guenther riporta a -5 per Ulm (64-69 al 30′). Nell’ultimo quarto la difesa tedesca sale in cattedra e crea un break di 15-0 che vale il vantaggio sull’83-76, ma Duncan e Wright ricuciono ancora: la sfida continua la settimana prossima a Gerusalemme con due sole lunghezze di vantaggio per Ulm.

Ulm: Sosa 19, Schwetelm 11, Clyburn 10.
TL 18/27, T2 16/34, T3 13/27.
Rimbalzi: 39 (Howard 10)
Assist: 15 (Guenther 4)

Hapoel: Duncan 22, Wright e Parakhouski 15, Eliyahu 12, Halperin 11.
TL 14/18, T2 32/55, T3 3/20.
Rimbalzi: 36(Parakhouski 8)
Assist: 21 (Kitchen 6)

CEZ Nymburk 58-91 Unics Kazan

Tutto facile per l’Unics, che seppellisce a domicilio il Cez Nymburk e archivia la pratica qualificazione, rendendo il ritorno una pura formalità. L’inizio è equilibrato, poi nel finale del primo quarto Zisis apre un break di 0-7 che vale il 15-20 al 10′. Nel secondo periodo Goudelock e Vougiokas scrivono un parziale di 0-10 che sembra indirizzare la gara, ma il Cez reagisce con Simmons e va all’intervallo sotto di 11 (35-46). Nel secondo tempo però non c’è storia: ancora Goudelock protagonista e preciso dalla lunga distanza (67-47 a 10′ dal termine). Nell’ultima frazione ancora supremazia russa, con la difesa dell’Unics che concede solo 11 punti ai padroni di casa.

CEZ Nymburk: Simmons 17, Rancik 13, Massamba 9
TL 20/23, T2 13/31, T3 4/17
Rimbalzi: 25 (Simmons 4)
Assist: 12 (Welsch 4)
Unics Kazan:  Goudelock 36, Zisis 15, Kaimakoglou 12
TL 17/21, T2 19/30, T3 12/28
Rimbalzi: 30 (Sokolov e Kaimakoglou 4)
Assist: 14 (Kaimakoglou 4)

[banner network=”altervista” size=”300X250″]

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.