Eurolega:Il Maccabi espugna il Forum in gara-1, Milano spreca il +15!

Home

EA7 OLIMPIA MILANO – MACCABI ELECTRA TEL AVIV 99-101 (dts)

(23-19; 47-42; 70-58; 87-87)

Forum ancora una volta gremito per l’Eurolega, tutto rosso grazie anche alla sponsorizzazione di magliette create per l’evento, giocatori di entrambe le squadre concentrate, allenatori emozionati e l’attesa finalmente giunta al termine. Il capocannoniere dell’Eurolega, nonché ex di lusso, Langford da una parte, il miglior pivot europeo, il gigante Schortsanitis dall’altra. Compagni di squadra a Pesaro e ora avversari sono le guardie Hackett e Hickman; l’ultimo allenatore che portò Treviso allo scudetto, Blatt, e il vice della panchina della dominante MPS Siena, Banchi.

Le Final-8 per Olimpia e Maccabi sono ufficialmente iniziate!

Una bellissima partita, giocata con il cuore da entrambe le formazioni, che si decide soltanto dopo un over-time: Langford va corto dalla lunetta a 7 decimi dalla fine del quarto periodo, Hickman e Rice chiudono il match dopo 45’.

Blatt si affida in pratica subito al suo centrone Schortsanitis, con cui fatica in difesa persino Samuels. Al 5’, sul 7-6 biancorosso, è proprio lui che da solo firma un parziale di 0-7, riportando i suoi in vantaggio. La difesa israeliana però viene punita prima da Moss e poi da Melli, che infilano dalla lunga; la risposta arriva da Blu, ma il primo quarto è a favore dei padroni di casa (23-19 al 10’).

Nel secondo periodo è Lawal che fa la voce grossa: segna dalla lunetta, schiaccia e stoppa qualsiasi cosa, allungando sul 37-31. E’ nuovamente il gigante del Maccabi che, tornato in campo, prende in mano letteralmente la squadra riportandola a -3 (43-40 al 19’). Due guizzi prima di Langford e poi di Jerrels ridanno ossigeno all’EA7, che chiude ancora avanti (47-42 al 20’).

Dopo il lungo intervallo, è l’Olimpia che rientra più agguerrita. Langford e Samuels in attacco, Melli a rimbalzo, allungano il divario, prima dell’accorcio da parte sempre di Schortsanitis (60-47 al 24’). Il Maccabi porta un mini-break di 0-4, ma Samuels lo interrompe e porta la squadra targata Armani nuovamente sul +12 che chiude il periodo (70-58 al 30’). Non passano nemmeno due minuti della quarta frazione che il vantaggio meneghino scende a 7 punti (72-65 al 32’) grazie alle incursioni di Ohayon e Hickman. Qui è il turno di Hackett, che con un assist e un layup porta nuovamente i suoi sulla doppia cifra di vantaggio. (78-65 al 36’). Gli ultimi minuti sono ancora targati Hickman: segna prima contro Melli e poi dai 6,75 per il -4 (84-80 al 39’). Un finale rocambolesco porta la partita alla lotteria dei tiri liberi: gli ultimi 20” durano quasi dieci minuti. Hackett segna il secondo di due, Rice è preciso; Langford, dopo aver subito un fallo, colpisce il primo ferro col secondo libero a 7 decimi dalla sirena finale ed è over-time (87-87 al 40’).

Qui è la squadra di Blatt che ha più energie, mentre i ragazzi di Luca Banchi possono solo aggrapparsi all’orgoglio. Dopo aver riagganciato gli ospiti per ben due volte, è Samuels a siglare il primo vantaggio. Rice e Hickman però sono immarcabili: segnano in penetrazione, guadagnano falli e sono infallibili dalla lunetta (96-99 al 44’). Sul secondo libero sbagliato da Langford, Lawal cattura il rimbalzo, ma frana a terra: non ci sono fischi da parte degli arbitri e vince il Maccabi. L’EA7 viene quindi sconfitta, per la prima volta da quando ha iniziato le Top16, in casa propria, uscendo però a testa alta e con la recriminazione di aver concesso troppo nell’ultima frazione.

SERIE FINAL8: OLIMPIA MILANO 0 – MACCABI TEL AVIV 1

MILANO: Cerella, Melli 9, Fumagalli ne, Hackett 11 (6 assist), Kangur 5, Langford 18, Samuels 17 (7 rimbalzi), Touré ne, Wallace ne, Lawal 14, Moss 10, Jerrells 15. Coach: Banchi

 

TEL AVIV: Rice 17 (3 assist), Smith 7, Hickman 26 (4 rimbalzi), Ingles 11, Tyus 8, Pnini 4, Zizic, Ohayon 4, Blu 7, Landesberg, Schortsanitis 17. Coach: Blatt

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.