Eurolega, Gruppo C, Day 5: Incredibile buzzer di Viggiano, Siena esulta; Olympiacos sullo scadere!

Home

UNICAJA MALAGA-MENS SANA SIENA 73-75

STARTING FIVE:

Siena: Green-Hackett-Carter-Ress-Hunter

Malaga: Stimac-Carner Medley-Kuzminskas-Toolson-Granger

I QUARTOsiena

Un layup di Granger rompe il ghiaccio. Joshua Carter piazza la bomba per i primi punti senesi, gli fa eco Ress con un altro tiro dai 6.75. Stimac pareggia sul 6-6, e qui sale in cattedra Erick Green: il miglior marcatore della scorsa stagione NCAA segna sette punti in un amen, condito da una tripla. Di nuovo Green e Siena si porta sul punteggio di 13-17. La schiacciata di Ortner vale il 13-19. Malaga spento, Green trova il canestro del +8 (13-21). Toolson sullo scadere ridà fiato ai padroni di casa con una tripla (18-23).

II QUARTO

Si apre il secondo periodo con la fuga senese, firmata da Hackett e Ortner (18-27). Hettseimer da tre ricuce lo strappo, ma gli risponde Carter con un tiro dall’angolo per ripristinare la situazione. I due punti di Hackett valgono il+8 (24-32). In questo momento si spegne la Mens Sana e gli andalusi colgono la palla al balzo: trascinati da Granger e Dragic, si portano da -8 a +3 in un amen (35-32). Hackett firma il controsorpasso (37-38), ma alla sirena Dragic piazza il +2 che li porta all’intervallo con lo score di 41-39.

III QUARTO

Di ritorno dalla pausa lunga, Hackett acciuffa il pareggio (41-41), Granger dalla lunga distanza per portare i suoi a +3 (46-43). Suarez firma la bomba per il +5 (49-44).  Erick Green e Jeff Viggiano pareggiano la partita sul 55-55. Malaga cerca la fuga, ma Green tiene a contatto i suoi con cinque punti. Nonostante gli errori sulla linea della carità, Hackett continua a segnare e il terzo quarto finisce 64-63 per l’Unicaja. Finora 20 punti per Green.

IV QUARTO

Jeff Viggiano, l’eroe di Siena

Il quarto periodo inizia in salita per Siena. Malaga corre  e si porta a +5 (68-63). Un canestro di pregevole fattura di Toolson vale il +6, ma Siena non molla e con Hackett si porta a -2 grazie ai liberi per un antisportivo fischiato ai danni dei padroni di casa. Carner Medley sciupa l’occasione di sorpassare con 1/3 ai liberi ad un minuto dalla sirena finale. Sul punteggio di 73 pari, Carter sbaglia il + 3, ma Viggiano con un super fadeaway sulla sirena regala il primo “urrà” per Siena.

 

 

 

 

OLYMPIACOS PIRAEUS-ZIELONA GORA 79-77

Partita pazza ad Atene: i polacchi sfiorano l’impresa, ma Spanoulis e Mantzaris regalano una spettacolare vittoria ai greci. Siena, per ora, può tirare un sospiro di sollievo.

spano

I campioni di Polonia partono bene con un sottomano dell’ex Lakers, Christian Eyenga. Nei primi sei minuti, sostanziale equilibrio, con gli ospiti sempre avanti di due lunghezze, finchè negli ultimi due minuti, l’Oly si spegne e Zielona ne approfitta: Chanas e Dragicevic firmano il parziale di 7-0 che li proietta a +11 alla fine del primo periodo. Nel secondo quarto la musica non cambia, lo scarto rimbalza dai 5 agli 11 del 29-40 segnato da Dragicevic. Olympiacos rientra negli spogliatoi sotto di 9 (33-42). Il ritorno dalla pausa lunga non giova ai greci, che non riescono a ricucire lo strappo e Zielona cerca l’affondo decisivo. Negli ultimi cinque minuti, la partita si accende: una tripla di Printezis vale il -5 (60-65), Mantzaris converte i due liberi e lo scarto è solo di tre punti. Dragicevic prova a rispedire indietro i padroni di casa con un layup per il +5. Ma non ha fatto i conti con Vassilis Spanoulis: tripla e assist per la tripla di Printezis ad un minuto dalla sirena finale. Eyenga riporta avanti i suoi con i liberi (70-72). A quaranta secondi dalla fine, Spanoulis estrae dal cilindro una clamorosa tripla, sotto pressing. Bum! Oly avanti 73-72. A 15 secondi, rimessa del Gora: palla a Cel dall’angolo infiamma la retina: controsorpasso! (74-75). Palla a Spanoulis, supera la difesa e con un bel layup a sei secondi fa esplodere il palazzo. Subito dopo, coast to coast di Eyenga a due secondi e la palla entra. Zielona avanti 76-77. Rimessa per i greci, il primo tentativo la palla va fuori, ma è sempre possesso per i padroni di casa. Manca un secondo, palla a Mantzaris… tiro e la palla entra! La folla è in delirio e Olympiacos vince 79-77 al termine di una partita a dir poco pazza.

 

 

 

 

GALATASARAY-BAYERN MONACO 84-74

Vittoria tranquilla per i turchi che controllano la partita, per poi rischiare qualcosa nel finale, quando allentano la presa e i tedeschi rialzano la testa, ma la girandola ai liberi premia il Galatasaray. Fin dall’inizio, i turchi, guidati dagli ex NBA Mensah-Bonsu e Carlos Arroyo, prendono in mano la partita, dilagando nei minuti finali del primo quarto toccando il +14 (29-15). I dieci minuti successivi sono pura accademia dei turchi, che continuano ad infiammare la retina, sfiorando anche il +20 (45-26). Negli ultimi venti minuti la musica non cambia, il Galatasaray tiene saldamente le rendini del match, sprecando qualcosina negli ultimi minuti, quando il Bayern tocca il -8, ma i tiri liberi premiano Galatasaray, che può tirare un sospiro di sollievo.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.