Eurolega, Gruppo D: il CSKA fa a fette il Maccabi, Melli sfiora la rimonta a Malaga

Eurolega Home

Il big match con cui si inaugura il Girone D è meno combattuto del previsto ma regala una strepitosa dimostrazione di forza da parte del CSKA che spazza via il Maccabi con uno scarto di oltre trenta punti. La seconda partita tra Malaga e Bamberg è decisamente più frizzante e rischia di risolversi con la prima vittoria italiana, anche se collaterale, in questa Eurolega.

CSKA MOSCA-MACCABI TEL AVIV 100-69

Nei primi minuti della partita in campo c’è molto equilibrio, le due formazioni si studiano anche se il Maccabi prova ogni tanto a colpire grazie ai diversi giocatori in grado di segnare che ha a disposizione. A 4’20” dal termine del primo quarto Onuaku segna il 13-16 per gli ospiti ma qui cambia qualcosa: Teodosic, Hines e Jackson si abbattono come un uragano sugli israeliani e firmano un parziale di 14-4 su cui si chiude la frazione. La musica non cambia nel secondo quarto dove Teodosic e compagni continuano a crivellare la retina degli ospiti portando il loro vantaggio sul +15 che segna il tabellone sul 44-29 alla sirena dell’intervallo lungo. Alla ripresa il Maccabi tenta una timida rimonta con Devin Smith, ma è solo un’illusione: il solito Teodosic guida al meglio la squadra dalla cabina di regia, Higgins e Vorontsevich fanno il resto e si va dopo pochi minuti sul 64-44, che diverrà un 75-48 alla fine del terzo quarto. Non c’è partita nemmeno nell’ultima frazione: la partita finisce 100-69 in favore dei moscoviti.

Cska Mosca: De Colo 17, Teodosic 15, Jackson 12  Assist: 18  Rimbalzi: 46

Maccabi Tel Aviv: Farmar 17, Rochestie 14, Ohayon 13 Assist: 13 Rimbalzi: 27

UNICAJA MALAGA-BROSE BASKETS BAMBERG 75-69

kicker.de

Il primo allungo della partita, dopo un lungo botta e risposta tra le due squadre, si ha con un Kuzminskas che piazza il tiro dalla lunga distanza per il punteggio di 11-8. Sempre il lituano ritocca il massimo vantaggio dei padroni di casa con un appoggio per il 15-10, che migliora nuovamente grazie ai due punti di Jackson per il 18-12. I tedeschi rispondono però presente sul finale di quarto impattando a quota 18 con un parziale di 0-6. Nel secondo quarto Malaga prova nuovamente ad allungare dopo che un canestro di Vazquez la porta sul +5. La risposta dei tedeschi è ancora una volta furiosa e si passa dal 27-22 al 27-34 in appena 3′. Quello dei padroni di casa è però un semplice passaggio a vuoto: basta poco per rimettersi in carreggiata e chiudere il primo tempo avanti per 36-34. L’inerzia con cui si è conclusa la frazione precedente inizia a farsi sentire sulle spalle dei ragazzi di coach Trinchieri che a poco a poco scivolano fino al meno dieci fino a diventare incapaci di rispondere: in attesa dell’ultimo quarto il tabellone recita 63-49. Gli ultimi dieci minuti sono caratterizzati dall’eroico tentativo degli ospiti di ribaltare la partita grazie alle giocate di Zisis, Melli e Wanamaker. L’Unicaja tiene però botta e non fa scendere mai il vantaggio sotto i cinque punti conquistando alla fine la partita per 76-71.

Unicaja Malaga: Kuzminskas 18, Will 13, Hendrix 10 Assist: 19 Rimbalzi: 33

Brose Baskets Bamberg: Zisis 16, Strelnieks 13, Melli e Wanamaker 10 Assist: 20 Rimbalzi: 24

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.