Eurolega Gruppo D: Stella Rossa e Olympiacos portano a casa i primi 2 punti

Coppe Europee Eurolega Home

Stella Rossa 76 – Galatasaray 68

Prima giornata per il gruppo D di Eurolega, che si apre alla Kombank Arena di Belgrado, dove la Stella Rossa ospita i turchi del Galatasaray. I padroni di casa partono con Williams, Mitrovic, Kalinic, Marjanovic e Jenkins mentre i giallo-rossi rispondono con Micov, Erceg, Pocius, Aldemir e Arroyo.

bobi-arena

Primo quarto che vive di parziali: sul 4-6 Gala, firmato dalle triple di Erceg e Pocius, la Stella Rossa firma un 9-0 subito annullato da un 4-12 in cui è grande protagonista il nostro Pietro Aradori, che porta i turchi in vantaggio di 3 al termine dei primi dieci minuti. Al ritorno in campo, arriva il secondo parziale della Stella Rossa, un 15-3 caratterizzato da facili canestri in contropiede dopo le tante palle perse del Gala. I turchi faticano terribilmente in attacco, così sotto la spinta di Blazic e Marjanovic, perfetti dal campo con un irreale 12/12 da 2,  i serbi raggiungono il massimo vantaggio al termine del primo tempo sul 46-30.

L’inizio ripresa viene comandato dalle difese ma è sempre la Stella Rossa a comandare spinta dal suo splendido pubblico.  Sul 52-34 si sblocca il Gala sotto la guida di Erceg e Smith che piazzano un parziale di 9-0 ma ci pensa Marcus Williams a ristabilire le distanze sul 63-48 per concludere il terzo quarto. Gli ultimi 10 minuti vengono controllati dai padroni di casa, seppur con qualche patema di troppo negli ultimi minuti. Il punteggio finale è di  76-68.

TABELLINI: 

Stella Rossa: Marjanovic 22, Williams 15, Blazic 12

Rimbalzi: 42 (Marjanovic 10)
Assist: 97 (
Williams 7)
Tiri da 3: 3/19
Tiri da 2
: 30/52
Tiri Liberi: 7/15

Galatasaray: Erceg 17, Aradori 11, Jawai 7

Rimbalzi: 43 (Erceg 8)
Assist: 16 (
Arroyo 5)
Tiri da 3: 6/25
Tiri da 2
: 17/39
Tiri Liberi: 16/24

Valencia 68 – Olympiacos 71

Nella seconda gara del Gruppo D, il Valencia ospita l’Olympiacos: gli spagnoli partono con Van Rossom, Sato, Lishchuk, Martinez e Harangody mentre i greci rispondono con Petway, Hunter, Spanoulis, Mantzaris e Lojeski.

Partenza convinta degli spagnoli che provano subito a scavare un piccolo margine con Harangody e Sato ma ci pensano Hunter e Lojeski a mantenere l’equilibrio portando le squadre alla prima pausa sul 18-20. Non cambia nulla nella seconda frazione, dove Spanoulis e Mantzaris provano a salire in cattedra ma Van Rossom e Sato rispondono colpo su colpo e si arriva così all’intervallo sul  punteggio di 36-38.

La ripresa prosegue sulla falsa riga di quanto visto nel primo tempo con l’Olympiacos che prova a guadagnare qualche punto, grazie ai suoi esterni ma il Valencia rimane a contatto grazie soprattutto a Buycks ed arriva agli ultimi 10 minuti sotto di quei soliti 2 punti sul 54-56. Gli spagnoli stringono le maglie in difesa e limitano i greci a soli 2 punti nei primi 5 minuti ma il vantaggio è di soli 4 punti. Hunter e Spanoulis sbloccano l’Olympiacos e piazzano un parziale di 8-0 ma Loncar impatta sul 66 con un minuto da giocare. Lojeski e Loncar ne mettono altri 2 a testa poi Sloukas si guadagna due viaggi in lunetta dove fa 3/4. Spanoulis manda Van Rossom in lunetta ma il suo 0/2 condanna Valencia. L’Olympiacos vince 68-71.

TABELLINI: 

Valencia: Harangody 14, Sato 11, Buycks 11

Rimbalzi: 25 (Satp, Harangody 5)
Assist: 15 (
Van Rossom 4)
Tiri da 3: 6/20
Tiri da 2
: 19/36
Tiri Liberi: 12/15

Olympiacos: Spanoulis 21, Lojeski 14, Sloukas 14

Rimbalzi: 39 (Petway 8)
Assist: 16 (
Lafayette, Spanoulis 5)
Tiri da 3: 8/28
Tiri da 2
: 18/32
Tiri Liberi: 11/16

 

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.