EUROLEGA TOP 16 – GRUPPO E, DAY 2: Super Milano blinda l’Olympiacos!

Home

EA7 OLIMPIA MILANO – OLYMPIACOS PIREUS 81-51

(16-21; 39-32; 63-40)

 

Seconda gara per le Top16 di Eurolega per Milano, seconda squadra greca di fila. Questa volta però è tutto un altro copione e tutta un’altra Milano contro l’Olympiacos: pur con un Gentile bloccato all’ultimo da un virus intestinale, un mare di grinta biancorossa, condita da un super Langford, Hackett e un gigantesco Lawal, in aggiunta a una difesa agguerrita, produce un risultato tanto meritato quanto inaspettato per gli uomini di Banchi. I campioni sono costretti a inchinarsi per questa volta.

 

La partita inizia e nei primi minuti i canestri restano inviolati, con le difese aggressive che fanno da padrone (gli uomini di coach Banchi riescono perfino a far commettere infrazione di 24″ ai campioni). Al 7′ è di Langfod il primo canestro, seguito subito dal pareggio di Spanoulis. Un mini parziale di 5-0 interamente firmato Hackett porta l’EA7 in vantaggio sul 10-7 al 5′. La fisicità di Simmons lo porta in lunetta per completare un gioco da tre punti, che permette il primo vantaggio greco (10-12 al 3′). Hackett pareggia col suo settimo punto, ma l’attacco dell’Oly prende il ritmo e il primo quarto finisce 16-21.

Il secondo periodo riprende ed è il solito Langford (miglior realizzatore con 29 punti) che accorcia a -1 con una tripla, seguito da Lawal per il 21-24 del 12′. Due azioni difensive di Milano mettono in condizione coach Bartzokas di dover chiedere time-out, dopo che ancora Langford ha siglato il 25-24. Al 14′ un mini parziale porta i padroni di casa sul 30-24, ma Spanoulis e compagni si stringono in difesa, riuscendo a riportarsi sopra. Hackett, Jerrels e Lawal, insieme alla difesa, portano un 5-0 che regala il 37-32 Olimpia che fa saltare per aria il Mediolanum Forum (39-32 al 20′).

L’intervallo lungo finisce e subito una tripla di Hackett porta l’EA7 per la prima volta a un consistente margine di vantaggio (44-34 al 23′). Langford va a segno, Hackett lo segue e la difesa di Milano resiste, riuscendo per la seconda volta dall’inizio del match a non far tirare i greci entro i 24″. Ancora Hackett, in contropiede, schiaccia per il +14 (50-36 al 25′), ma Banchi non sorride per il quarto fallo di Moss, costretto a rientrare ai box (non si necessiterà più del suo intervento). Nuovamente però il Forum esplode, dopo che Lawal e Cerella impostano un 4-0 che regala il 54-38 al 28′, condito da una super difesa. Melli fa la voce grossa sotto canestro, Lawal lo supporta e Langford segna ancora per il massimo vantaggio milanese (57-38), con l’Oly che sembra in pallone totale. Con Lawal che stoppa qualsiasi cosa, Spanoulis compreso, il terzo quarto è tutto per Milano (63-40 al 30′). Gli ultimi dieci minuti sono caratterizzati ancora dalla difesa forte di Milano, mentre l’attacco vede protagonista anche Cerella, a segno da 3 punti, seguiti da un viaggio perfetto in lunetta di Hackett (67-40 al 32′). Una tripla di Melli segna un incredibile +30 (70-40 al 34′), che di fatto si può dire che sancisce la fine dell’incontro. Milano gestisce, la difesa è serrata, Spaniulis e compagni provano tutte le zone per contrastare l’attaco, ma senza successo. Finisce così, con Milano che impartisce una sonora, quanto inspettata, lezione ai campioni in carica (81-51 al 40′).

 

MIL: Langford 29, Hackett 17, Jerrells 13. Rim 36 (Lawal 9); Ass 7 (Hackett 3)

OLY: Printezis 12, Mantzaris 7, Sloukas 7. Rim 34 (Simmons, Printezis 6); Ass 12 (Spanoulis 6)

 

 

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.