Eurolega, Top 16, Gruppo E, Day 7: Milano doma un ostico Panathinaikos

Home

EA7 Milano – Panathinaikos Atene 77 – 75

Samardo Samuels, indomabile stasera.
Samardo Samuels, indomabile stasera.

Dopo aver dominato la partita per 30 minuti abbondanti, l’EA7 spaventa i tifosi presenti al Forum lasciando rientrare in partita il Pana e dando vita a degli ultimi minuti da cardiopalma.

Inizia in modo equilibrato il big match in scena al Forum di Assago, con entrambe le squadre capaci di rispondersi colpo su colpo nei primi minuti. A metà del primo periodo, però, un parziale di 10-0 degli uomini di Banchi mette in difficoltà i greci del Panathinaikos. Alla prima sirena, il risultato è di 19-13.

Nei secondi dieci minuti di gioco, l’Olimpia domina totalmente il campo. Basandosi su un’ottima prestazione offensiva dell’ inedito asse Jerrels-Gentile-Cerella e dall’ormai caratteristica difesa impenetrabile, l’EA7 raggiunge anche il massimo vantaggio di + 18 (41-23) a pochi minuti dall’intervallo. Gli avversari sono semplicemente incapaci di contrastare i paladini di un Forum quasi inviolato nell’arco della stagione.

Al rientro dagli spogliatoi, gli ospiti sembrano essere finalmente riusciti a prendere le misure all’EA7. Attaccando più ordinatamente e difendendo con un’ autorità mancata nei primi 20′, il Pana riesce a riportare il match entro un margine di dieci punti. I padroni di casa, tuttavia, sembrano avere comunque il totale controllo del match. Gli ultimi dieci minuti, partendo dal 59-49 del terzo periodo, si presentano come una formalità.

Contro ogni aspettativa, invece, il quarto quarto si rivela uno spettacolo agonistico senza eguali. Gli ospiti ricorrono al proprio orgoglio ellenico e si riportano sotto. La tripla dell’ex di turno Antonis Fotsis e il lay up di Diamantidis riaccendo definitivamente la partita, portando i greci a -3 a quasi quattro minuti dal termine (64-61). Milano, tuttavia, sembra riuscire a gestire un vantaggio medio di 5-6 punti affidando quasi ad ogni possesso la palla ad un Samardo Samuels semplicemente devastante nel pitturato. Manca poco più di un minuto alla sirena finale quando il centro giamaicano deve lasciare l’incontro per il quinto fallo commesso. Per i tifosi di Milano l’ultimo giro di orologio è una tortura psicologica: l’EA7 non va mai in svantaggio, ma, grazie ai tiri liberi convertiti di Diamantidis (Melli 0/2 dalla linea pochi istanti pirma), il distacco si riduce a +1. Il Pana commette fallo su Langford, che dalla lunetta converte solo il secondo tiro, quanto basta per vincere la partita.

MVP: Samardo Samuels = Ottima prova del centro giamaicano, che domina l’area piccola con 16 punti: è lui a tenere a galla Milano quando il Pana infuoca la partita con il tentativo di rimonta. Non a caso, dopo l’uscita dal campo per falli, i greci riescono a riportarsi fino a -1.

EA7 Milano: Gentile 8, Cerella 8, Melli 3, Hackett 5,  Kangur, Langford 18, Samuels 16, Toure (n.e.), Wallace (n.e.), Lawal 2, Moss 7, Jerrels 10.

Panathinaikos: Bramos 7, Batiste (n.e.), Fotsis 10, Ukic 2, Lasme 5, Mavrokefalidis, Diamantidis 6, Gist 21, Pappas 2, Giankovits (n.e.), Maciulis 5, Wright 17.

 

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.