EUROLEGA: Jerrels vendica Planinic, Milano sorpassa e vince!

Home

olimpia efesEA7 OLIMPIA MILANO – EFES PILSEN ISTANBUL

(19-19; 37-39; 49-53)

L’Olimpia si presente senza Langford, top scorer della competizione nonché primo negli assist, spinta però dalla voglia di redimere la brutta sconfitta rimediata in Turchia, decisa dal super canestro di Planinic. Una partita fisica e caratterizzata da falli, che però i ragazzi targati Armani riescono a domare solo nel finale, quando entrano i canestri pesanti di Jerrels e Gentile. L’Efes ha comunque tanto da Gordon e Bjelica, dimostrando di essere un avversario ostico per Milano.

Samardo Samuels
Samardo Samuels

Luca Banchi aggrega a Moss e il centrone giamaicano, il trio tutto italiano Gentile-Melli-Hackett, e proprio quest’ultimo propizia subito i primi punti targati EA7, grazie a due recuperi che diventano canestri di Samuels. Dall’altra parte però nemmeno l’Efes rimane a guardare e grazie a Gordon tengono il passo dei padroni di casa (7-6 al 5’). Il primo allungo vero arriva tutto da Jerrels, che infila un mini-break di 5-0 per il 15-10 a 2’ dalla fine del quarto. La difesa di Milano però non riesce molto a contenere i turchi e al 10’ il punteggio è di 19 pari.

La partita continua all’insegna dell’aggressività, con entrambe le squadre che lottano su ogni pallone. Ciononostante è però Istanbul che si ritrova davanti, grazie a Batuk e Gordon, mal tenuto da Cerella (25-29 al 5’). Milano continua a non segnare da tre punti, ma ha tanta energia da Hackett e dal suo capitano Gentile, che la riportano in parità (31-31 al 18’). Sul finale però, s’inceppa l’attacco di Milano e la difesa ne risente, propiziando il vantaggio turco (37-39 al 20’).

Curtsi Jerrels, decisivo nel finale di gara.
Curtsi Jerrels, decisivo nel finale di gara.

Dopo l’intervallo lungo, l’Olimpia subisce un parziale di 2-8 targato Efes (39-46 al 23’), costringendo coach Banchi a chiamare subito un time-out. L’attacco dell’Olimpia recupera qualcosa con iniziative individuali e la difesa di Samuels riesce a far uscire già per cinque falli il centro turco Kilicli (46-48 al 27’). Con il doppio playmaker Hackett-Jerrels le cose cambiano poco però, perché i padroni di casa non concretizzano dalla lunga distanza (2/10, solo Kangur e Moss a segno) e si perde qualche pallone di troppo; i ragazzi di Vangelis, seppur condizionati in parte dai falli, riescono a mantenersi in vantaggio (49-53 al 30’). Al 33’ una tripla di Jerrels ridà ossigeno agli uomini di Banchi (55-57), ma il match diventa sempre più fisico, con entrambe le squadre che raggiungono il bonus falli. Quando mancano 3 minuti alla fine, la coppia Jerrels-Gentile completa un mini-parziale di 5-0, con tripla e contropiede, siglando il primo vantaggio milanese (69-65). L’EA7, guidata da Jerrels, MVP della partita, gestisce e sancisce nuovamente l’imbattibilità del Forum in queste Top16, vendicandosi del match d’andata (76-69 al 40’).

EA7 MILANOJerrels 17, Gentile 15, Hackett 10, Moss 10. All. Banchi.

Rimbalzi: 34 (12 Samuels)
Assist: 10 (4 Gentile)
TL: 14/19; T2: 22/42; T3: 6/22

EFES ISTANBUL: Bjelica 16, Vasileiadis 12, Gordon 12. All. Vangelis.

Rimbalzi: 29 (Gonlum 7)
Assist: 15 (Gordon 8)
TL: 9/14; T2: 21/36; T3: 6/15

[banner network=”altervista” size=”300X250″]

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.