Eurotalents: Zoran Paunovic, l’etica della Stella Rossa Belgrado fatta pallacanestro

Eurotalents Rubriche

Torna per i nostri lettori una nuova puntata sulla rubrica dedicata ai giovani talenti del panorama europeo e anche questa volta ci focalizzeremo su uno dei nuovi millenials del continente. Prima di presentarlo è necessario porre una premessa: questo giocatore ci ha colpito particolarmente nelle sue performance durante l’Adidas Next Generation Tournament, ossia una sorta di Eurolega giovanile U18 che raccoglie i migliori talenti europei per un torneo che attira molti scout europei. Anche la nostra redazione sta seguendo con molta attenzione l’evento e recentemente si è conclusa la fase degli “stages” che antecedono l’evento finale a Maggio che si terrà a Belgrado; proprio nella capitale serba si è svolto l’ultimo stage e non potevamo non mettere sotto la nostra lente d’ingrandimento il miglior giocatore di questo round, ossia Zoran Paunovic.

ZORAN PAUNOVIC (here is avaiable ENG version):

NATO IL: 19/7/2000

DOVE: Nis (Serbia)

SQUADRA: Stella Rossa Belgrado

RUOLO: SG/SF

Source: basketball.realgm.com

FISICO: 200 cm per circa 90 kg. Fisicamente è ben quadrato nel ruolo di swingman essendo un giocatore dalle spiccate doti atletiche e con una stazza in grado di sfruttare i mismatch difensivi. Dotato di ottime capacità coordinative, riesce a dare prova di un controllo eccellente del corpo unendo anche l’esplosività dei movimenti per rendere al meglio. A questo si può aggiungere la mobilità e l’uso rapido delle mani. Può migliorare in termini di elevazione nel salto.

TECNICA: partiamo dal palleggio ben controllato, tuttavia è poco disarmante e veloce rispetto a una guardia; per quanto riguarda il passaggio, presenta una buona applicazione del fondamentale, soprattutto nelle situazioni di P&R e inoltre dimostra intelligenza del suo utilizzo grazie ad un atteggiamento che mette in prima linea lo sfruttare il vantaggio nell’azione che sia individuale o per il compagno. Ora passiamo tiro: possiede una meccanica interessante, ossia, quando si arresta prima raggiunge la massima elevazione controllando anche il corpo, poi esegue la meccanica del gesto in modo fluido ed efficace, soprattutto sul tiro dal gomito alto o sul mid-range, mentre è molto più naturale sul lay-up o dietro l’arco. A rimbalzo rappresenta una grande presenza d’istinto sotto i tabelloni, con buon uso del tagliafuori; come stoppatore, è efficace contro avversari di stazza più piccola sui mismatch difensivi a favore.

Ecco alcuni esempi del repertorio tecnico e offensivo di Zoran Paunovic: lettura sul P&R, tiro dal palleggio, uno contro uno (Source: Euroleague Basketball Youtube Channel)

ATTACCO: è un realizzatore aggressivo e tremendamente efficiente per freddezza e scelte. Partiamo dall’1vs1, in cui sfrutta ottimo uso del primo passo, forte e allungato, per battere l’avversario e concludere al ferro; a questo si aggiunge eccellente uso del P&R con il quale riesce velocemente a leggere la situazione per un tiro piazzato dal gomito o, in caso di raddoppio, sfruttare il lungo che rolla a canestro per smazzare un assist vincente. Inoltre è capace di spingere in contropiede e in transizione. Dimostra anche crescenti doti di passatore grazie a un ottimo QI e un sapiente uso della palla. Bravo a spezzare la difesa sui tagli, è in grado di imprimere un buon ritmo di gioco. Difficilmente forza il tiro.

DIFESA: difensivamente è aggressivo con un uso costante delle mani e del corpo per limitare il vantaggio all’avversario; è bravo nello saltare il blocco per restare a contatto con il diretto marcatore e seguire la sua linea di penetrazione o leggerne le intenzioni. Grazie al QI e al buon posizionamento, è un potenziale stealer anche lontano dalla palla. Nelle rotazioni difensive, potrebbe essere più veloce nei cambi così da dover essere meno energico nei closeout.

Un paio di esempi in difesa di Zoran Paunovic: situazione lontano dalla palla e su aiuto difensivo (Source: Danilo Paunovic YouTube Channel)

PERSONALITA’: possiede personalità forte e di squadra, capace di esaltarsi nei momenti che contano; è un giocatore funzionale in grado di coinvolgere i compagni; inoltre dimostra grande etica del lavoro e nella volontà di migliorarsi ancora. Sarebbe da valutare in un contesto di livello più alto.

In conclusione abbiamo un giocatore che per il livello giovanile è un giocatore sopra la categoria, ma per valutarne il chiaro potenziale sarebbe da inserire in un contesto professionista. Sicuramente però l’avanzamento del giocatore in un contesto come la Stella Rossa è l’ennesima dimostrazione del lavoro molto professionale, intenso e a lungo termine dei club slavi, soprattutto nella capitale dove la maturazione passa sempre dalle tre potenze Crvena Zvedza, Partizan e Mega Bemax. Srecno Zoran!

 

IMMAGINE IN EVIDENZA: euroleague.net

Federico Gaibotti

Classe '92 di Brescia, laureato in Scienze Motorie presso l'Università di Bologna, attualmente specializzando in Scienze dello Sport presso l'Università di Urbino. Appassionato di tutto il movimento cestistico italiano e internazionale professionistico e giovanile. Supporter dei San Antonio Spurs. Collaboratore per BasketUniverso da Ottobre 2014
  • 5
  •  
  •  
  •  

Commenta

Please Login to comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.