Fantastica Virtus Bologna, in casa del Monaco arriva il successo ed il primo posto del girone

Coppe Europee Eurocup

A.S. Monaco-Virtus Segafredo Bologna: 72-81

(24-11; 35-30; 53-56; 72-81)

Missione compiuta per la Virtus, che torna dal Principato con vittoria e primato del girone: a Montecarlo finisce 72-81. Bologna non ha vita facile, ma esce alla distanza, salendo di colpi nella ripresa e prendendo il controllo del match. Dopo un primo tempo complicato, la Segafredo cuce il divario che il Monaco si era guadagnato e ribalta l’inerzia, non voltandosi più indietro ad aspettare i padroni di casa. Come solito, è Milos Teodosic a salire in cattedra: triple, giocate da fantascienza e assist favolosi per indirizzare il match verso i lidi bolognesi. Con questo successo la Virtus strappa il pass come prima del girone e può ora concentrarsi sulla seconda fase, dove si presenterà con un biglietto da visita di 8 vittorie ed appena 2 sconfitte.  

CRONACA: entrambe le squadre entrano nel match col freno a mano tirato, faticando a trovare canestri nei primi minuti. Gaines sblocca il tabellone, ma poi è il Monaco a dare la prima accelerazione. Sotto la guida di Cole e Clemmons i padroni di casa prendono il controllo del ritmo, vanno oltre la doppia cifra di vantaggio e chiudono la prima frazione sul 24-11.

La pausa obbligata toglie ritmo ai padroni di casa, mentre la Virtus prova a cucire lo strappo con l’energia di Pajola e Weems. I punti di Teodosic portano Bologna al -5, sul 35-30 del 20′.

Il terzo quarto si apre diversamente dai precedenti due. I ritmi sono decisamente più sostenuti, le squadre corrono in campo aperto e tirano con molta più frequenza. La Virtus beneficia di questa nuova versione della partita, riprendendo Monaco e mettendo addirittura il naso avanti con la tripla in contropiede di Baldi Rossi (51-52). Cole frena gli entusiasmi bolognesi, ma Gamble e Pajola firmano il 53-56 del 30′.

Nell’ultima frazione Monaco prova a tenere la lepre vicina, ma Bologna non perdona nulla e inesorabile aumenta il divario. I bianconeri azione dopo azione allungano il gap, guidati dai soliti Teodosic e Pajola. Il trio Clemmons-Buckner-Cole tiene aperta la contesa, ma le magie di Teodosic rispondono colpo su colpo ad ogni tentativo dei giocatori del Principato. Quando rientra poi anche Markovic, la Virtus congela il match e conduce in porto la vittoria, nonostante qualche disattenzione finale che fa storcere il naso a coach Djordjevic. Alla sirena finale il tabellone dice 72-81, Virtus prima del girone.

Qui le statistiche complete del match.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.