FIBA World Cup: altre dieci squadre qualificate dopo la finestra di novembre

Home Nazionali World Cup 2019

Al termine delle due gare disputate da ciascuna Nazionale, valide per la finestra di Qualificazioni ai Mondiali cinesi del 2019, si sono aggiunte dieci formazioni alla lista di chi parteciperà tra meno di un anno alla massima competizione internazionale.

Purtroppo nella lista non c’è l’Italia, sconfitta dalla Polonia, ma per la sezione europea a Lituania, Grecia, Repubblica Ceca e Germania si sono unite la Francia, che venerdì aveva vinto proprio contro i cechi, la Spagna, che ha ottenuto il pass sconfiggendo ieri sera l’Ucraina, e la Turchia, che è andata KO contro il Montenegro ma, complice proprio il passo falso degli ucraini.

Dall’Asia si sono aggiunte Corea del Sud, che ha vinto contro la Giordania, e Nuova Zelanda, che ha battuto la Siria. Precedentemente si erano già qualificate Australia, venerdì col successo sull’Iran, e Cina, in quanto Paese ospitante.

Dall’Africa, a Nigeria e Tunisia si è andata a sommare l’Angola, trionfante sul Ciad con un sonoro +40. Infine dalle Americhe, dalle quali non era ancora pervenuta alcuna squadra qualificata (nemmeno Team USA, sconfitto nel primo impegno di questa finestra dall’Argentina), saranno a Pechino proprio gli statunitensi, vittoriosi contro l’Uruguay per 78-70, l’Argentina e il Venezuela. Nella notte tra lunedì e martedì potrebbe aggiungersi una tra Canada e Brasile, che si affronteranno con un occhio alla sfida tra Cile e Repubblica Dominicana (quest’ultima deve perdere per far qualificare matematicamente la vincente di Canada-Brasile).

Foto: fiba.basketball

Francesco Manzi

Milano native. Laureato in Scienze Politiche all'Università Statale di Milano, studente di Comunicazione per le Organizzazioni e le Imprese all'Università Cattolica del Sacro Cuore. Tifoso degli Orlando Magic e dell'AC Milan, fondatore di BasketUniverso con una passione smodata per sport e musica rap.
  • 38
  •  
  •  
  •  

Commenta

Please Login to comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.