Filippine – Italia, le pagelle: Datome e Gallinari convincono, ottimi Della Valle e Brooks dalla panchina

Home Nazionali World Cup 2019

DELLA VALLE 7.5: Amedeo contro un avversario fisicamente non eccezionale come le Filippine ci va a nozze e si guadagna tanti minuti sul parquet, davvero produttivi per la qualità mostrata (9 tiri presi, più di ogni suo compagno). Uno dei migliori.

BELINELLI 7.5: aggressivo sulle linee di passaggio avversarie, difesa intelligente da parte del Beli. In attacco si muove molto senza palla e quando ce l’ha crea sempre superiorità numerica, battendo in palleggio l’avversario o facendo passaggi mai passivi.

GENTILE 6.5: Come ogni tanto gli capita litiga con le percentuali dal campo, ma Ale è fondamentale in uscita dalla panchina grazie alla sua capacità di attaccare il ferro per cercare punti oppure uno scarico per i compagni; poteva fare di più contro i piccoli filippini, ma oggi non ce n’era bisogno.

BILIGHA 7: ha a che fare con due dei migliori giocatori delle Filippine, Blatche (211 cm) e Fajardo (208 cm) ma non soffre in difesa la loro fisicità ed anzi, aiuta i compagni in difesa gettandosi sulle palle vaganti; uno dei motivi delle tante palle perse dagli avversari, ben 23 di cui 9 del solo Blatche.

VITALI 6.5: essenziale in campo, non si mette particolarmente in luce ma con 5 assist è il miglior passatore dell’Italia in questa gara. Un ingranaggio importante nella macchina offensiva azzurra.

GALLINARI 8: primo tempo da 14 punti (miglior marcatore azzurro), 4/4 da tre punti, 1/1 da due e 3 assist, + 38 di plus/minus. Mvp della gara senza mettersi mai in mostra e senza forzare mai: contro le Filippine la partita perfetta per abituarsi al ritmo dei Mondiali.

HACKETT 6.5: giocatore dalla personalità infinita, oggi forse è stato in parte oscurato dalla grande prestazione di Della Valle ma quando ci sarà bisogno di difesa ed intensità su entrambe le metà campo sarà imprescindibile.

FILLOY 6.5: 11 minuti di carattere per il nativo di Córdoba, che mostra di sapersi prendere i suoi tiri e le sue responsabilità quando ce n’è bisogno. Potrà essere un’arma preziosa nel corso di questo Mondiale.

BROOKS 7.5: dopo Gallinari il giocatore con più minuti sul parquet, 22 e mezzo, giustamente: coltellino svizzero in attacco, in difesa grazie al suo atletismo domina contro gli avversari e rifila anche due stoppate. È perfetto per giocare in questa Nazionale basata su ritmi elevati, tanti tiri da 3 punti e cambi in difesa.

TESSITORI 7: con il risultato mai in discussione per l’Italia Tex trova molto spazio in campo, mettendoci tanta grinta ed agonismo, specialmente a rimbalzo (4 in attacco e 4 in difesa, il migliore degli Azzurri); mostra di essersi ampiamente meritato la convocazione di Meo Sacchetti.

ABBASS 6: gran schiacciata in alley oop nella seconda metà del quarto quarto e poco altro.

DATOME 7.5: in doppia cifra già all’intervallo, chiude la partita con un perfect score da 17 punti, 4/4 da due e 3/3 da tre. Se c’erano dubbi sulla condizione fisica di Gigi, dopo questa gara possiamo dire che nonostante non sia al 100% questa Italia gioca mille volte meglio con il suo Capitano.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.