F8 – Sassari sprecona, Cremona la spunta all’overtime

Home Serie A Recap

 

Dinamo Banco di Sardegna Sassari – Vanoli Cremona     97-89 dts

I campioni d’Italia in carica e trionfatori delle ultime due edizioni delle Final Eight di Coppa Italia, ovvero la Dinamo Sassari, scende in campo nel secondo quarto di finale: l’avversario è la Vanoli Cremona di coach Cesare Pancotto, che sta attraversando un ottimo momento di forma in campionato. Sassari affronta la gara senza Jarvis Varnado, ancora tenuto fuori dalle rotazioni da coach Calvani, mentre per la Vanoli ancora out Vitali e McGee a mezzo servizio.

Washington si conferma l'uomo in più della Vanoli
Washington si conferma l’uomo in più della Vanoli

I sardi schierano lo starting five formato da Stipcevic, Logan, Mitchell, Sacchetti e Alexander mentre i lombardi rispondono con Cazzolato, Turner, Washington, Dragovic e Cusin. I primi quattro punti del match sono firmati Joe Alexander e quando Logan serve l’assist per Alexander che affonda la schiacciata il tabellone recita un perentorio 8-0 per i sardi dopo 3’10” di gioco. Cusin e Washington sbloccano l’attacco lombardo e l’ex Pistoia mette a segno tre triple consecutive prima di essere sostituito da Mian tra gli applausi del pubblico cremonese. Cazzolato trova il primo vantaggio per la Vanoli sul 15-14, Sassari mette molta pressione in difesa e recupera molti palloni, senza però riuscire a concretizzare in attacco. Logan si scalda sul finire di quarto, ma Cremona rimane a contatto dalla lunetta: dopo 10′ le due squadre si trovano sul 20-23 per i sardi.

Il terzo fallo di McGee con 7′ da giocare nel secondo periodo condanna Pancotto a giocare senza playmaker: Sassari non ne approfitta ed è deficitaria al tiro (soprattutto con Mitchell) e dopo 5 minuti e 30″ di gioco il tabellone del secondo quarto recita ancora 24-27 per la Dinamo. Dragovic firma il primo vantaggio cremonese sul 29-27 mentre i sardi non riescono più a fare canestro: la partita è bruttina, con molte palle perse da entrambe le parti; Washington affonda la schiacciata del 31-28 ed il primo tempo si chiude con due liberi di Mitchell ed un’altra tripla di Washington, 34-29 per la Vanoli.

logan sassari
David Logan autentico mattatore del terzo quarto

Un fantastico alley-oop chiuso da Alexander su assist di Logan apre il secondo tempo ma Turner risponde dall’arco: gli attacchi sembrano leggermente più in palla rispetto allo sterile primo tempo e coach Pancotto è costretto al timeout dopo due canestri di Devecchi e Logan. E’ ancora Logan a scaldare l’attacco sassarese con 6 punti filati, a 3’30” dalla fine del periodo Cremona è però ancora avanti sul 47-42 grazie soprattutto all’apporto della propria panchina; la Vanoli si blocca improvvisamente e Sassari ne approfitta affidandosi alla sua punta di diamante David Logan, che da solo riprende la partita e porta addirittura avanti i suoi fino al 49-54 dopo una tripla di Mitchell; il terzo periodo si chiude sul 49-56 dopo un canestro di Akognon.

Dragovic dalla lunga e Petway con una schiacciata infiammano il quarto parziale: Sassari prova la fuga sul 54-62 e rimane su questo vantaggio fino a metà periodo. Mitchell scalda la mano dall’arco, Turner prova a caricarsi sulle spalle l’attacco Vanoli ma la Dinamo riesce ad amministrare il vantaggio accumulato: Turner è caldissimo e mette a segno due triple consecutive per il -3 a 3′ dalla fine, ora la partita è di nuovo in bilico. Mitchell firma il +5 in penetrazione, Biligha dalla lunetta fa 1/2 e subito dopo un possesso contestato viene risolto grazie all’instant replay con il possesso che va a Sassari. Mian firma il -1 dalla lunga distanza con 44″ da giocare, Logan fa 2/2 dalla lunetta e Cremona è a -3 con 35″ da giocare: Turner fallisce il tiro dalla lunga, la battaglia a rimbalzo premia Sassari che però sbaglia la rimessa seguente con Mitchell; Alexander commette fallo e Turner va in lunetta firmando un 1/2. Logan chiude virtualmente la gara con un 2/2 dalla lunetta per il 71-75, ma McGee decide che non è ancora finita mettendo a segno una tripla da 9 metri; è ancora Logan a presentarsi in lunetta, 2/2 e palla a Cremona, a Sassari non resta che fare fallo ma Alexander non lo commette e Cazzolato firma la più incredibile delle triple del pareggio, è supplementare.

Dragovic apre l’overtime con una tripla, Sassari è imprecisa e Cremona si porta subito sul +6 (83-77); una bomba di Turner fa scappare la Vanoli, con la Dinamo che non riesce proprio più a segnare. Mitchell muove il tabellone dalla lunetta, Alexander appoggia in tap-in ma è troppo tardi: McGee inchioda in contropiede il +10 e Dragovic lo imita, il finale serve solo a Mitchell e ad Akognon per arrotondare i propri tabellini, il finale dice 97-89 per i lombardi. Ora Cremona attende la vincente della sfida tra Milano e Venezia mentre Sassari viene eliminata e non potrà cercare di ripetere le imprese del 2014 e del 2015.

Cremona: Dragovic 10, Mian 7, Gaspardo 8, Cusin 6, Cazzolato 6, Boccasavia, Washington 17, Biligha 3, McGee 12, Turner 28.

Sassari: Petway 6, Mitchell 16, Logan 29, Formenti, Devecchi 3, Alexander 12, D’Ercole, Marconato, Sacchetti 2, Akognon 8, Stipcevic 9, Kadji 4.

  •  
  •  
  •  

1 thought on “F8 – Sassari sprecona, Cremona la spunta all’overtime

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.