Final Eight 2019: Milano ennesima figuraccia, Taylor porta una strepitosa Bologna in semifinale

Home Serie A Recap

Olimpia Milano 84-86 Virtus Bologna 

(22-17; 14-24; 18-22; 30-23)

Incredibile a Firenze: esattamente come un anno fa, l’Olimpia Milano di Simone Pianigiani crolla clamorosamente e rovinosamente in Coppa Italia, uscendo al primo turno contro un’ottima Virtus Bologna supportata da un pubblico numeroso ed eccezionale. A determinare la sconfitta i problemi nel ruolo di centro e la prestazione più che insufficiente di un Mike James lontano dai suoi fasti. Per Bologna determinanti Moreira e Taylor.

E’ Milano a partire più decisa e convinta, toccando subito il +7 (9-2) grazie ad uno strepitoso Nunnally. La Virtus non ci sta, e ricuce lo strappo tornando a contatto. L’Olimpia tenta un nuovo allungo, toccando prima il +6 (18-12) poi il +8 (22-14) grazie alla coppia Brooks-Nunnally. Ma i problemi dell’Olimpia cominciano quando entrano le riserve: l’efficacia offensiva viene persa, e Bologna può tornare in partita definitivamente. Il primo quarto si chiude 22-17.
Mbaye firma e consolida il vantaggio, portando la Virtus sul 22-24. Ci pensa Aradori a tentare il primo allungo, portando Bologna sul +5 (24-29). Milano reagisce bene, riavvicinandosi, impattando e superando gli avversi prima con Kuzminskas poi con Nunnally (36-33). Tuttavia, una strepitosa Virtus comincia a ingranare e a scavare il solco dalla quale Milano non riesce più a uscirne: 8-0 di parziale, e primo tempo che termina 36-41.

La ripresa si apre con un 2/2 di Cournooh, che porta Bologna sul +7 (36-43), che diventa +8 con una tripla di Taylor. Milano soffre tantissimo gli errori al tiro di James e la totale inadeguatezza di Alen Omic da entrambi i lati del campo. L’Olimpia torna a -3, ma un parziale bolognese la porta fino al -10 (45-55) con Taylor. Milano non riesce in nessun modo a riaprire la gara, sotto i colpi di una Virtus dir poco infuocata che arriva addirittura a toccare il +11 (52-63) con un libero di Qvale. Il terzo quarto termina 54-63.
Una tripla di Aradori a 8:25 dalla fine indirizza la gara sui binari della Virtus. Per Bologna, incredibile a dirsi, è ora ordinaria amministrazione: giochi da tre punti insperati, nei momenti in cui Milano prova timidamente a reagire, chiudono definitivamente i conti. Un gioco da tre punti di Moreira, a 2 minuti dalla fine, porta Bologna sul 68-79, decretando l’impensabile fino a qualche ora prima: la Virtus elimina l’Olimpia, l’ottava elimina la prima. La gara si chiude 84-86, con un brivido finale ininfluente per la Virtus.

Olimpia Milano: Nunnally 19, Micov 17, James 13, Brooks 11, Jerrells 0, Omic 4, Della Valle 3, Burns 4, Kuzminskas 7, Fontecchio 0, Cinciarini 0.

Virtus Bologna: Taylor 23, Martin 2, Pajola 0, M’baye 14, Aradori 15, Cournooh 9, Moreira 14, Punter 5, Qvale 5.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.