Final Eight Coppa Italia: Milano vola in finale e cerca la rivincita contro Sassari

Home Serie A Recap

EA7 Emporio Armani Milano-Enel Brindisi 76-65

IL PRIMO TEMPO – Brindisi segna i primi tre tiri con tre giocatori diversi, l’Olimpia li sbaglia e dopo meno di due minuti c’è già il primo time-out di Coach Banchi. Dalla sospensione l’Olimpia esce meglio sia in difesa che in attacco dove costringe Brindisi al fallo, va in lunetta sei volte e dopo 5’20″ impatta a quota 13 con un’entrata con “tear-drop” di MarShon Brooks. Sul 13-11 Brindisi, l’Olimpia spara un parzialone di 15-0 ragland-milano(Brooks 10 punti nel primo quarto), che comprende una tripla e una schiacciata da palla rubata di David Moss. Il vantaggio improvvisamente diventa di 13 punti, 26-13. Bulleri da tre accorcia. Il primo periodo si chiude con l’EA7 avanti 26-16. All’inizio del secondo però i falli (tre rapidi a Shawn James) rallentano l’Olimpia, che lascia sul tabellone tre tiri liberi, perde un po’ di brillantezza e vede l’Enel rientrare a meno cinque sul 32-27. Neanche un time-out tampona l’emorragia. Un jump di Denmon porta addirittura avanti Brindisi con l’Olimpia incollata a quota 32. Qui c’è una grande reazione di Ragland che prima segna in entrata, poi ruba palla e genera il contropiede di Moss che riporta l’EA7 sul 36-33 che chiude il primo tempo.

IL SECONDO TEMPO – L’Olimpia prova ad allungare sul più sette, con tre liberi su quattro di Hackett, che attacca l’area di Brindisi. Ma bastano un paio di errori per permettere all’Enel di rientrare e impattare con la tripla di Denmon a quota 43. La risposta è una bomba dall’angolo con cui Moss batte l’orologio dei 24 secondi. Subito dopo ancora lui ruba palla e manda a canestro (alley-oop) Brooks per il nuovo più cinque. Sul finire del terzo quarto, con l’energia di Melli e Hackett, un gioco da tre punti di Gentile e due liberi di Brooks, l’EA7 prova ad allungare ancora sul più nove, 56-47 che chiude il periodo. Pullen e Bulleri però avviano il quarto periodo con due triple consecutive e ricuciono a meno tre. Li ferma una schiacciata di Samuels. Poi Kleiza mette cinque punti consecutivi (jump denmon-brindisidalla media e tripla dall’angolo sinistro): l’Olimpia schizza a più 10, 63-53. Demonte Harper risponde con una tripla, Pullen con una seconda su una palla vagate e Brindisi così blocca il parziale e il tentativo di fuga dell’Olimpia. Ma l’EA7 gioca un paio di possessi di grande sacrificio difensivo: dipo due liberi di Gentile, Ragland segna in contropiede e Gentile con una giocata di sacrificio lancia la schiacciata di Melli che poco prima aveva eseguito una strepitosa stoppata su un tiro da tre di Pullen. Quando Kleiza mette la tripla su un pick and pop con Hackett l’Olimpia sale a più 11 e di fatto chiude la partita.

Milano: Ragland 4, Brooks 14, Gentile 7, Melli 4, Kleiza 10, Hackett 12, Samuels 13, Moss 12.

TL: 20/27   T2: 19/46   T3: 6/17
Assist: 16 (Hackett 7)
Rimbalzi: 38 (Melli, Kleiza, Samuels e Moss 5)

Brindisi: Pullen 12, Harper 10, James 1, Bulleri 6, Denmon 17, Turner 4, Mays 7, Eric 8.

TL: 4/6   T2: 17/35   T3: 9/31
Assist: 13 (James 5)
Rimbalzi: 44 (James 9)

Fonte: Ufficio stampa Olimpia Milano

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.