Final Eight, From Zero to Hero: speciale Coppa Italia

Home

Il campionato si è fermato, ma noi no. Ecco i voti per i protagonisti (o meno) della Coppa Italia.

VOTO 10-Sassari, Meo e i suoi tifosi: Alzi la mano chi si aspettava che la Dinamo fosse la vittima sacrificale della competizione. Eppure con coraggio è riuscita ad arrivare fino in fondo, regalando la più grande gioia a tutta la Sardegna in un momento difficile. Meo Sacchetti ha respinto le critiche ed è riuscito a gestire al meglio la sua squadra, eliminando le più quotate Milano e Siena. Menzione d’onore per i tifosi, che sono accorsi al Forum numerosi, portando il loro sostegno dalla Sardegna.

VOTO 9-James White: Forse il giocatore più dominante di queste Final Eight. Giustiziere di Cantù, con venticinque punti e immarcabile nell’ultimo quarto, per guadagnarsi l’accesso alle Semifinali. Contro la Dinamo non è servito a molto, ma ha predicato basket, per sua sfortuna si è trovato i due Diener che respingevano i suoi attacchi a suon di bombe. L’ultimo a mollare, uno dei grandi protagonisti del weekend.

VOTO 8-Reggio Emilia: gli emiliani erano destinati al tracollo con Cantù, inoltre le assenze di Brunner e Cinciarini hanno indebolito non poco la squadra… E invece è arrivata ad un passo dalla finale, perdendo di sei punti contro la Dinamo Sassari. Federico Mussini in crescita, potrebbe spaccare la Lega un giorno.

VOTO 7-Siena: l’eterna Siena. Questa squadra cambia continuamente ma non muore mai. Crespi e i suoi ragazzi hanno fatto un autentico miracolo, nonostante una squadra decisamente inferiore alle altre compagini, sfiorando la vittoria finale.

VOTO 6-Brindisi: si guadagna la vittoria, grazie alla vittoria sulla Reyer, reagendo di fronte ad uno svantaggio iniziale di 11-0, risollevati dai punti di Snaer. Purtroppo per loro, Siena è riuscita a regolarli e a negarli l’accesso alla finalissima. Si potrebbe fare di più, rispetto a quanto visto in questa tre giorni.

VOTO 5-Venezia e Roma: Ci sono le attenuanti che permettono alle due squadre di non prendere un’insufficienza più grave. Da una parte Venezia ha la panchina corta e le condizioni fisiche di Vitali hanno limitato il potenziale offensivo della Reyer, mentre per Roma, Siena ha azzeccato la partita giusta, controllando dall’inizio alla fine i giochi.

VOTO 4-Cantù: Di fronte ad una Reggio Emilia così rimaneggiata non era così facile perdere. La squadra è apparsa in difficoltà e non ha rispettato le attese.

VOTO 3-Milano: Flop, Milano era la grandissima favorita, eppure è riuscita a perdere in casa. Melli non pervenuto, Gentile sotto la media. Deludentissimo Hackett, l’unico a provarci contro la Dinamo è stato Lawal con i suoi 20 punti.

VOTO 2-Ai teloni che coprivano l’anello superiore del Forum: Emblematica l’immagine del settore coperto da questi teloni, significato di una bassa affluenza degli spettatori. Questa Coppa Italia ha dimostrato la scarsa organizzazione della RCS, che non ha saputo dare un appeal alla competizione, nonostante le partite di alto livello.

VOTO 1-Al giornalista che non sapeva l’inglese: Stendiamo un velo pietoso, com’è possibile intervistare gli americani, inventandosi le parole in inglese e non tradurre per gli ascoltatori in tv?

VOTO 0-Allo sciopero dei tifosi di Milano: A prescindere dai risultati, la squadra va sostenuta. Se questa squadra, nonostante il flop in coppa Italia, è in lizza per la fase finale dell’Eurolega ed è in testa in classifica del campionato, allora l’astensione degli ultras non ha senso e può rovinare una stagione, che potrebbe rivelarsi spettacolare per Milano.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.