Finale vincente per la Virtus Bologna, Patrasso al tappeto e ribaltata la differenza canestri

Coppe Europee Eurocup

Virtus Segafredo Bologna – Promitheas Patrasso: 88-75

(19-16; 44-35; 65-59; 88-75)

Missione compiuta per la Virtus, che vince in casa contro Patrasso per 88-75 e ribalta anche il -9 dell’andata. La Segafredo non sbaglia lo snodo fondamentale per la lotta ai primi posti del girone, assicurandosi in un colpo solo lo scontro diretto ed il vantaggio sui greci grazie alla differenza canestri ora favorevole. Il successo non arriva in modo agevole, poichè dopo una buonissima partenza per i padroni di casa, il Promitheas è sempre rimasto in partita tornando in parità a quota 51. Nel momento però di piena inerzia a favore degli ospiti, Bologna ha trovato le forze fisiche e mentali per rispondere ed assicurarsi il controllo della partita. Ora per i bianconeri sarà fondamentale lo scontro diretto con Monaco settimana prossima per confermare il primo posto in vista delle Top16.

CRONACA: a differenza dell’andata l’avvio sorride alla Virtus. Subito 14-0 iniziale, con Weems a suonare la carica. Patrasso fatica a trovare ritmo e spazi in attacco, prima di una fiammata insospettabile nel finale con Katsivelis che firma il 19-16 del 10’.

Nel secondo quarto la Virtus ritrova smalto e concentrazione, tornando oltre la doppia cifra di vantaggio. Patrasso si aggrappa a Babb e torna vicina, ma gli errori ai liberi non consentono ai greci di tornare sotto il possesso di distacco. La forbice va sempre da +6 a +10 per Bologna, con buone cose da Delia e Gamble. I soliti Babb e Kaselakis non permettono la fuga e si va negli spogliatoi sul 44-35.

Dopo la pausa lunga segnano solo Delia e Fieler per 3 minuti abbondanti, tenendo il punteggio bloccato per entrambe le squadre. Con gli attacchi molto fallosi, una nuova scossa di Fieler e Lypovyy annulla la differenza tra le due squadre, trovando la nuova parità a quota 51. Nel momento più difficile è Gaines ad uscire dalla nebbia, riportando i suoi avanti sul 56-51. Patrasso chiama timeout, ma Bologna continua ad accelerare fino al 65-59.

Nell’avvio di ultimo periodo continua il buon momento dei padroni di casa, con la tripla di Teodosic che sancisce il +12. Il Promitheas alza bandiera bianca e si disunisce, ma la Virtus non ne approfitta per piazzare la sfuriata finale. Un paio di disattenzioni riportano i greci sotto la soglia dei 9 punti, costringendo Djordjevic a fermare tutto. Al rientro la Segafredo ritrova la concentrazione e piazza le giocate decisive, chiudendo in scioltezza sull’88-75.

Qui le statistiche complete del match.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.