Forlì dilaga nel derby contro Imola: è secondo posto in classifica

Serie A2 Recap

LE NATURELLE IMOLA – UNIEURO FORLÌ 77-99 (20-32; 38-49; 57-73)

LE NATURELLE IMOLA: Ivanaj 2, Morse 17, Taflaj 4, Valentini 12, Calvi 2, Fultz 6, Baldasso 7, Masciadri 8, Bowers 19, Alberti. All: Dipaoloantonio.

UNIEURO FORLÌ: Rush 19, Kitsing, Giachetti 12, Campori, Watson JR 14, Petrovic 8, Marini 17, Cinti, Dilas, Oxilia 2, Benvenuti 11, Bruttini 16. All: Dell’Agnello.

Ancora senza Ndoja, Dell’Agnello parte con Watson Jr, Marini, Oxilia, Rush e Benvenuti. Gli sguardi attenti e la concentrazione visti nel riscaldamento, vengono confermati anche dopo la palla a due: i primi due punti sono di Baldasso, ma dopo il primo canestro subìto, l’Unieuro infila un parziale di 0-13 che viene chiuso solo da un tiro libero di Bowers dopo 4’ (3-13). La durezza difensiva biancorossa è il motore di ciò che accade in attacco, dove i punti di Rush e Marini portano al +15 (7-22) ed il quarto si chiude sul 20-32 con il canestro sulla sirena di Giachetti.

Si ricomincia con un parziale imolese che vale il -6, ma la reazione biancorossa è immediata, ed un canestro di Rush, un appoggio di Bruttini su assist di Watson Jr e una tripla proprio del playmaker americano, valgono il nuovo +13 (26-39). Il numero dieci biancorosso è particolarmente ispirato e con il passare dei minuti segna 6 punti di fila e regala l’assist per la tripla di Marini (33-48), con il quarto che si chiude sul 38-49.

Il terzo periodo comincia con un parziale dei padroni di casa che porta fino al -6 (47-53), ma è proprio in quel momento che viene fuori la grinta Unieuro: un’accelerazione nel traffico di Watson Jr, e 5 punti di fila di Giachetti ridanno il +13 ai biancorossi (47-60). Si lotta tanto nel pitturato e l’Unieuro cerca con continuità Davide Bruttini, che tra canestri e falli subiti, sfrutta gli assist dei compagni ed il quarto si chiude sul 57-73.

Si segna tanto, di qua e di là, all’inizio dell’ultimo quarto e sono ancora Marini e Bruttini a trovare con continuità la via del canestro. Spinti dalla carica e dal tifo incessanti dei tifosi, i biancorossi continuano a giocare con intensità e determinazione: la tripla di Petrovic e i liberi che seguono l’antisportivo a Morse danno il +19 (69-88) e l’alley-oop di Erik Rush manda in estasi il pubblico. Negli ultimi secondi, l’antisportivo a Valentini ed il libero finale di Petrovic, fissano il punteggio sul 77-99.

Per l’Unieuro è la quinta vittoria consecutiva, e le contemporanee vittorie di Mantova a Verona, e Ravenna contro Montegranaro, fanno sì che i biancorossi chiudano il girone di andata al secondo posto solitario in classifica. Alle Final8 di Coppa Italia, l’avversaria ai quarti di finale sarà la Reale Mutua Torino.

Dell’Agnello a fine partita ha voluto ringraziare la Società, i giocatori e i tifosi e ha voluto lasciare la parola al suo staff in conferenza stampa. Queste le parole di Alberto Serra: “Quando loro sono tornati sotto, con la nostra difesa siamo riusciti a tenere duro e fare molto bene. Forse per la seconda volta di fila abbiamo fatto la miglior partita dell’anno: abbiamo giocato tutti un buon match, una gara dove a turno tutti sono stati protagonisti. Molto bello anche perché davanti al nostro pubblico ci siamo sentiti di giocare in casa, ed è stata davvero una bella soddisfazione”.

Fonte: ufficio stampa Pallacanestro Forlì

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.