Forlì rinasce, l’incubo Boccio lasciato ormai alle spalle

Home Serie A2 News

E’ stata una delle vicende più discusse e tormentate dei primi mesi di questa stagione cestistica, conclusasi con una sacrosanta esclusione dal campionato di Legadue Gold. L’entusiasmo di una piazza di grande tradizione non può però essere soppiantato da un tizio di dubbia moralità come Max Boccio, perciò ecco che Forlì si appresta a tornare protagonista nel panorama italiano, esattamente dalla Serie B.

Ieri è stato presentato, il nuovo progetto che si propone di rilanciare una squadra troppo bistrattata e scombussolata negli ultimi mesi, passata dalle stelle di un grande roster allestito in estate alle stalle di un esodo di massa da parte dei giocatori firmati e che mai hanno visto un soldo nei loro mesi in Romagna. Tutto questo dovrebbe però essere archiviato a breve; si respira ora stabilità e aria nuova grazie al presidente Giuseppe Rossi. E’ lui la figura che, ufficialmente nel mese di luglio, sposterà il titolo sportivo da Lugo a Forlì, rimanendo socio unico fino a ottobre. In seguito ci sarà la trasformazione, a detta dello stesso Rossi, in una società di capitali aperta agli stessi forlivesi. E’ già stata individuata la figura dell’allenatore in Gigi Garelli, coadiuvato dai due vice Alessandro Tumidei e Alberto Serra. Il settore giovanile sarà invece affidato a One Team, il consorzio formato da Ca’ Ossi, Gaetano Scirea e Aics. Il nome ancora non c’è: si può scegliere già da ora sul portale “www.pallacanestroforli2015.it” fino al 2 giugno, tra le opzioni Basket Club Achille Galassi (dal nome del vecchio presidente della Libertas), Nuovo Basket Forlì e Pallacanestro Forlì 2.015.

La sponsorizzazione sarà targata Unieuro, con il presidente Silvestrini che si è detto convinto dall’entusiasmo e dalla serietà dei protagonisti coinvolti. Le fondamenta sono state gettate, ma già a breve si potrà costruire una struttura sempre più solida, visto già l’interessamento di un giovane imprenditore locale. Stavolta le basi per una stagione da protagonista sembrano esserci tutte: Forlì non sarà più una comparsa, ma è pronta a divenire di nuovo una splendida realtà.

Fonte: Il Resto del Carlino.

 

Bernardo Cianfrocca

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.