G-League, arriva il “Select Contract” per i ragazzi che non vogliono passare dal college

Home NBA News NCAA News

Da ormai oltre un anno si parla di riportare in vigore la regola NBA degli One-and-done: quei prospetti del liceo che vogliono passare direttamente dalla high school alla Lega professionistica senza per forza rimanere in NCAA per un anno, come avveniva fino a una decina di stagioni fa. Il primo passo concreto fatto in questa direzione sarà in realtà una via di mezzo, e coinvolgerà la G-League, la Lega di sviluppo della NBA che conta ormai 28 franchigie.

La G-League ha annunciato la nascita del cosiddetto “Select Contract”: un accordo di 5 mesi per uno stipendio totale di 125mila dollari, con annesso un programma di sviluppo per i ragazzi. Gli unici requisiti per firmare un contratto del genere saranno avere almeno 18 anni e non avere ancora iniziato la carriera professionistica. La soluzione, che entrerà in vigore dalla prossima stagione, non risolve tuttavia il problema originario.

Come commentato da Adrian Wojnarowski, sebbene il “Select Contract” rappresenti un’alternativa valida per alcuni ragazzi, che preferirebbero essere pagati in G-League piuttosto che giocare gratis in NCAA, è difficile che uno dei migliori liceali in circolazione scelga una Lega dove sono presenti uomini adulti, professionisti da diversi anni, e pochi servizi, quali gli scomodi trasporti o alberghi e palestre di “seconda mano” rispetto al college. Il risultato potrebbe infatti essere un ridimensionamento delle aspettative degli scout su di lui, con conseguente discesa al Draft dell’anno successivo.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.