Gasol leggendario, la Spagna gela Lilla. E’ Finale

Home

Spagna-Francia 80-75

(17-20; 32-33; 48-56; 66-66)

Pau-Gasol-Spain

La Spagna è la prima finalista di Eurobasket 2015, al termine di una gara che ha visto Pau Gasol protagonista assoluto con ben 40 punti,11 rimbalzi e 11 falli subiti. La Francia viene tradita dal duo Spurs Parker-Diaw (15 punti in due ma assenti e dannosi nei momenti decisivi).

Gasol porta in vantaggio la Spagna con un tiro dalla media, pareggiato immediatamente da un tap-in di Gobert, Mirotic in layup dopo una triangolazione con Gasol riporta avanti gli spagnoli,ma la Francia parte forte chiudendo bene l’area costringendo la Spagna a sparare a salve da fuori. Sale in cattedra De Colo con 7 punti e Batum in contropiede da palla recuperata uno contro zero in schiacciata che esalta la bolgia di Lilla (6-13 al 7°) costringendo Scariolo al time out. Gasol con 10 punti nel primo quarto risolleva e tiene in piedi le Furie Rosse (14-17 al 9°), Fournier risponde con una tripla, replicata da Rodriguez allo scadere del primo periodo.

Ad inizio secondo quarto, la difesa spagnola chiude le maglie e Llull impatta con una tripla (22-22),ma Lauvergne riesce a bucare la zona spagnola e Gelabale segna una tripla pazzesca (7 punti), la Francia padroneggia a rimbalzo con Parker che si mette in gara segnando a referto 4 punti consecutivi (25-31) e Gobert esalta il pubblico con una stoppata ma la Spagna non molla, Gasol arriva a quota 13 con 5/5 da 2 punti e con una palla recuperata e una tripla in transizione di Rudy Fernandez la squadra di Scariolo trova il vantaggio con un parziale di 7-0 (32-31 al 18°). La partita diventa decisamente fisica con diverse forzature in attacco da entrambe le parti, Gobert di rapina da una rimessa porta al riposo lungo i transalpini avanti 32-33 al 20°. La Francia arriva all’intervallo con 23 rimbalzi catturati ma con 0 giri in lunetta e 7 palle perse e con Parker decisamente discontinuo e sottotono. 

Al ritorno dall’intervallo lungo la Francia trova immediatamente la tripla di Batum,ma Mirotic replica approfittando di una distrazione di Diaw (35-36). Al 23° la Francia va per la prima volta in lunetta con Parker che fa solo 1/2. I Blues provano a spezzare l’equilibrio aumentando la pressione difensiva e Batum con un recupero propizia il +4 francese, subito annullato da Llull e Gasol. La partita diventa scorbutica salendo di livello, con errori e palle perse da entrambi i lati, ma la Francia domina a rimbalzo e con De Colo e una tripla Parker prova la fuga (39-46 al 26°). Gli iberici vanno seriamente in difficoltà e Lauvergne punisce con una tripla di tabella che manda in delirio i 27000 del Pierre Mauroy di Lilla (40-51 al 28°), Gelabale sente l’odore del sangue (44-54) e Gasol (che raggiunge quota 22 punti) dalla lunetta continua a tenere in gara una Spagna in vistoso sbandamento (48-56). 

La Spagna ha le spalle al muro e parte immediatamente forte nel quarto periodo con Rodriguez e Mirotic che costringono Parker e Diaw a tornare immediatamente in campo, ma ci pensa De Colo a punire ancora le Furie Rosse dall’arco (52-61 al 34°), la Spagna però resta in gara grazie a un gigantesco Gasol che continua ad essere glaciale dalla lunetta caricando di falli la Francia e in particolare i suoi lunghi Lauvergne e Gobert. Al 36° la Spagna raggiunge inesorabilmente un possesso pieno di distanza, l’attacco francese si blocca totalmente cominciando a sentire il pallone pesare come un macigno e un immarcabile Gasol con una schiacciata fenomenale e un gancio porta la Spagna avanti a 2 minuti dalla fine (62-61). Batum rompe il parziale con 2 liberi, ma Gasol è un marziano e Rodriguez in penetrazione porta la Spagna sul +3, la Francia dalla rimessa trova Batum che pareggia dall’angolo(66-66) a 13″ secondi dalla fine. Nell’ultima azione Gasol viene stoppato da Gobert e si va all’overtime. Il Pierre Mauroy riprende vigore dopo il grande spavento.

L’Overtime inizia con l’ennesima penetrazione di Rodriguez, Diaw e Parker riportano avanti la Francia ma Llull continua a colpire la difesa transalpina (70-70), Parker con un sanguinoso 0/2 ai liberi, mentre Rudy converte con un 2/2 replicato da Batum. In questa partita a scacchi Gobert trova un canestro dopo un’azione rocambolesca in contropiede guidata da De Colo. La Francia stringe le maglie su Gasol, si lotta a sangue sotto canestro con la Spagna che fatica a trovare canestro, Diaw subisce fallo ma fa solo 1/2 tenendo la Spagna a un possesso pieno di distanza. Gasol si prende l’ennesimo fallo e converte l’ennesimo giro in lunetta. La Spagna recupera due palloni e l’eterno Gasol con due schiacciate porta di nuovo avanti i suoi (78-75). Claver con una ingenuità prova a rimettere in gioco la Francia con un fallo su tiro da 3 punti, ma Batum fa un clamoroso 0/3, la Francia alza bandiera bianca e Gasol raggiunge quota 40, sigillando una gara leggendaria che consegna la finale alla Spagna dove gli iberici di Scariolo attendono la vincente di Serbia-Lituania. 

Spagna: Gasol 40,Fernandez 7, Rodriguez 15 Hernangomez, Ribas, Reyes 2, Claver 2, San Emeterio, Llull 7, Aguilar, Mirotic 7,Vives.

Francia: Westermann,Batum 14, Lauvergne 11, Kahudi, Parker 10, Fournier 3,Pietrus, De Colo 14, Diaw 5, Gelabale 10,Gobert 8, Jaiteh.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.