Gasol leggendario, la Spagna gela Lilla. E’ Finale

Home

Spagna-Francia 80-75

(17-20; 32-33; 48-56; 66-66)

Pau-Gasol-Spain

La Spagna è la prima finalista di Eurobasket 2015, al termine di una gara che ha visto Pau Gasol protagonista assoluto con ben 40 punti,11 rimbalzi e 11 falli subiti. La Francia viene tradita dal duo Spurs Parker-Diaw (15 punti in due ma assenti e dannosi nei momenti decisivi).

Gasol porta in vantaggio la Spagna con un tiro dalla media, pareggiato immediatamente da un tap-in di Gobert, Mirotic in layup dopo una triangolazione con Gasol riporta avanti gli spagnoli,ma la Francia parte forte chiudendo bene l’area costringendo la Spagna a sparare a salve da fuori. Sale in cattedra De Colo con 7 punti e Batum in contropiede da palla recuperata uno contro zero in schiacciata che esalta la bolgia di Lilla (6-13 al 7°) costringendo Scariolo al time out. Gasol con 10 punti nel primo quarto risolleva e tiene in piedi le Furie Rosse (14-17 al 9°), Fournier risponde con una tripla, replicata da Rodriguez allo scadere del primo periodo.

Ad inizio secondo quarto, la difesa spagnola chiude le maglie e Llull impatta con una tripla (22-22),ma Lauvergne riesce a bucare la zona spagnola e Gelabale segna una tripla pazzesca (7 punti), la Francia padroneggia a rimbalzo con Parker che si mette in gara segnando a referto 4 punti consecutivi (25-31) e Gobert esalta il pubblico con una stoppata ma la Spagna non molla, Gasol arriva a quota 13 con 5/5 da 2 punti e con una palla recuperata e una tripla in transizione di Rudy Fernandez la squadra di Scariolo trova il vantaggio con un parziale di 7-0 (32-31 al 18°). La partita diventa decisamente fisica con diverse forzature in attacco da entrambe le parti, Gobert di rapina da una rimessa porta al riposo lungo i transalpini avanti 32-33 al 20°. La Francia arriva all’intervallo con 23 rimbalzi catturati ma con 0 giri in lunetta e 7 palle perse e con Parker decisamente discontinuo e sottotono. 

Al ritorno dall’intervallo lungo la Francia trova immediatamente la tripla di Batum,ma Mirotic replica approfittando di una distrazione di Diaw (35-36). Al 23° la Francia va per la prima volta in lunetta con Parker che fa solo 1/2. I Blues provano a spezzare l’equilibrio aumentando la pressione difensiva e Batum con un recupero propizia il +4 francese, subito annullato da Llull e Gasol. La partita diventa scorbutica salendo di livello, con errori e palle perse da entrambi i lati, ma la Francia domina a rimbalzo e con De Colo e una tripla Parker prova la fuga (39-46 al 26°). Gli iberici vanno seriamente in difficoltà e Lauvergne punisce con una tripla di tabella che manda in delirio i 27000 del Pierre Mauroy di Lilla (40-51 al 28°), Gelabale sente l’odore del sangue (44-54) e Gasol (che raggiunge quota 22 punti) dalla lunetta continua a tenere in gara una Spagna in vistoso sbandamento (48-56). 

La Spagna ha le spalle al muro e parte immediatamente forte nel quarto periodo con Rodriguez e Mirotic che costringono Parker e Diaw a tornare immediatamente in campo, ma ci pensa De Colo a punire ancora le Furie Rosse dall’arco (52-61 al 34°), la Spagna però resta in gara grazie a un gigantesco Gasol che continua ad essere glaciale dalla lunetta caricando di falli la Francia e in particolare i suoi lunghi Lauvergne e Gobert. Al 36° la Spagna raggiunge inesorabilmente un possesso pieno di distanza, l’attacco francese si blocca totalmente cominciando a sentire il pallone pesare come un macigno e un immarcabile Gasol con una schiacciata fenomenale e un gancio porta la Spagna avanti a 2 minuti dalla fine (62-61). Batum rompe il parziale con 2 liberi, ma Gasol è un marziano e Rodriguez in penetrazione porta la Spagna sul +3, la Francia dalla rimessa trova Batum che pareggia dall’angolo(66-66) a 13″ secondi dalla fine. Nell’ultima azione Gasol viene stoppato da Gobert e si va all’overtime. Il Pierre Mauroy riprende vigore dopo il grande spavento.

L’Overtime inizia con l’ennesima penetrazione di Rodriguez, Diaw e Parker riportano avanti la Francia ma Llull continua a colpire la difesa transalpina (70-70), Parker con un sanguinoso 0/2 ai liberi, mentre Rudy converte con un 2/2 replicato da Batum. In questa partita a scacchi Gobert trova un canestro dopo un’azione rocambolesca in contropiede guidata da De Colo. La Francia stringe le maglie su Gasol, si lotta a sangue sotto canestro con la Spagna che fatica a trovare canestro, Diaw subisce fallo ma fa solo 1/2 tenendo la Spagna a un possesso pieno di distanza. Gasol si prende l’ennesimo fallo e converte l’ennesimo giro in lunetta. La Spagna recupera due palloni e l’eterno Gasol con due schiacciate porta di nuovo avanti i suoi (78-75). Claver con una ingenuità prova a rimettere in gioco la Francia con un fallo su tiro da 3 punti, ma Batum fa un clamoroso 0/3, la Francia alza bandiera bianca e Gasol raggiunge quota 40, sigillando una gara leggendaria che consegna la finale alla Spagna dove gli iberici di Scariolo attendono la vincente di Serbia-Lituania. 

Spagna: Gasol 40,Fernandez 7, Rodriguez 15 Hernangomez, Ribas, Reyes 2, Claver 2, San Emeterio, Llull 7, Aguilar, Mirotic 7,Vives.

Francia: Westermann,Batum 14, Lauvergne 11, Kahudi, Parker 10, Fournier 3,Pietrus, De Colo 14, Diaw 5, Gelabale 10,Gobert 8, Jaiteh.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.