Ge.Vi Napoli, il Caterpillar della A2, quattro partite, quattro vittorie

Recap

Quattro su quattro. Incontenibile e implacabile. Dopo avere mandato di traverso la giornata di Atlante Eurobasket Roma, Benacquista Latina e Tramec Cento, la Ge.Vi Napoli va a schiacciasassi anche contro la Stella Azzurra Roma imponendosi con un disinvolto 73-54 e condannando i capitolini di coach Germano D’Arcangeli al terzo stop consecutivo e primo in trasferta.  Gli ospiti hanno retto praticamente per un quarto facendo vedere sprazzi di buon basket, da segnalare al proposito il buon esordio del giovane Reale, poi la Ge.Vi.  ha messo come di consueto l’acceleratore facendo pienamente onore al doppio nome di cui è l’abbreviazione ovvero “Generazione Vincente”. E la pepita più luccicante di questo forziere continua a essere lui, Parks, autore di una gara maiuscola con venti punti mandati a referto pur se poi nella seconda parte di gara ha accusato qualche scampolo di stanchezza. La Ge.Vi Napoli, insomma, non conosce ostacoli e travolge come un fiume in piena qualunque avversaria le capiti a tiro candidandosi a essere una delle sicure protagoniste del campionato. In evidenza tra i laziali Thompson e Lester.

PRIMO QUARTO – I partenopei salgono subito in cielo con cinque punti in serie grazie a Lombardi che colpisce da sottocanestro e a Zerini, la Stella Azzurra comincia a entrare in partita con Lester. Due tiri liberi e un canestro di Parks portano i padroni di casa sul più sette (9-2),  poi Menalo, per parte ospite, riduce di un sussurro il divario con un tiro libero. Marini, con due esecuzioni manuale dalla linea  della carità, porta il vantaggio partenopeo a più otto. La Stella Azzurra, però,  mostra di voler vendere  cara la pelle e si rifà sotto con gli acuti di Thompson che infila cinque punti di fila. Lester ribadisce le intenzioni bellicose degli ospiti con due tiri liberi a segno, risponde sull’altro versante sempre dalla linea della carità Lombardi ed è 16-10 per i partenopei. La Ge.Vi prova a scappare con il solito Parks ma Thompson rintuzzala fuga con due centri consecutivi. Ge.Vi di nuovo in accelerazione con i sigilli di Marini (tripla) e Parks ma Lester riavvicina i capitolini portando al termine il primo quarto sul punteggio di 24-19 per la Ge.Vi.

 

SECONDO QUARTO – Acuto Stella Azzurra con Thioune, Sandri risponde presente con due tiri liberi su opposto versante. Iannuzzi tenta l’operazione allungo dei partenopei portando la situazione sul 28-22 ma Lester riavvicina gli ospiti. Napoli però rischiaccia il pedale del gas e prima con una tripla di Monaldi, poi con un gancio sinistro di Parks si porta a più dieci (36-26). Sul fronte ospite, Cipolla stecca due tiri liberi, Giordano non lo emula e li manda a bersaglio illudendo la Stella Azzurra su un possibile riavvicinamento. Lombardi e Iannuzzi reimpongono però la legge di Napoli. I romani non se la danno per inteso e risuonano la carica con Thompson che infila due tiri liberi e un canestro per un totale di punti numero quattro, La Ge. Vi, però, rimette la benzina nel serbatoio e alza il contachilometri con Parks, Lombardi e Sandri fino ad arrivare all’intervallo lungo avanti per 49-35.

 

TERZO QUARTO – La stanchezza comincia ad affiorare e qualche errore piove da una parte e dall’altra. A un tiro libero a segno di Menalo risponde la squadra di casa con due di Monaldi che fissano la situazione parziale sul 51-36 per Napoli. Marini fà luccicare con numeri diversi il tabellone, Thioune risponde per la Stella Azzurra. I partenopei ridecollano con Monaldi e due tiri liberi di Lombardi portandosi sul 59-38, Giordano riduce da meno ventuno a meno diciannove il distacco mandando a segno due tiri liberi. Sandri ripunge per Napoli, la Stella Azzurra intona il controcanto con Giordano e il giovane Reale. Alla fine di un quarto la cui temperatura di intensità ha fatto registrare una decisa flessione rispetto ai fratelli che lo hanno preceduto la Ge.Vi è avanti per 61-43 e ha ormai messo un piede  e mezzo nella sezione vittorie.

ULTIMO QUARTO – Stella Azzurra in evidenza con il giovane Reale, ragazzo di belle speranze, Sandri porta di nuovo la Ge.Vi sul più diciannove. I romani rispondono con un uno su due di Cipolla dalla linea della carità, Uglietti affonda ancora la lama per Napoli, Parks, un po’ in calo dopo una prima parte di gara da leone, ritorna all’appuntamento con il canestro siglando i punti del 70-46. Stella Azzurra in contenimento del distacco per merito di Thioune e Lester, Iannuzzi fà ridecollare Napoli. Due sigilli finali di Thompson per parte ospite e di Uglietti ( un tiro libero su due) per i partenopei accompagnano il risultato verso il definitivo 73-54.

 

MIGLIORI IN CAMPO

GE.VI NAPOLI: JORDAN PARKS: Ha in comune il nome con il più famoso Michael che però fà Jordan di cognome, non sarà al suo livello ma è certamente colui che, quando scalda i motori, trasforma in oro tutte le palle a spicchi che tocca. E a Napoli, nel vederne le prodezze, parte la tarantella della felicità.

STELLA AZZURRA ROMA: STEPHEN THOMPSON JR: si chiamerà anche junior ma in campo, quando è in giornata, si comporta da vero senior e il punteggio della Stella Azzurra gira grazie soprattutto a lui, anche se l’esito finale della squadra è stato per la terza volta in tre gare infausto.

TABELLINO

GE.VI NAPOLI: Parks 20, Lombardi 13, Sandri 11, Marini 9, Monaldi 7, Iannuzzi 6, Uglietti 5, Zerini 2, Klacar, Coralic, Tolino, Matera. Coach: Pino Sacripanti.

Tiri liberi: 21 su 29, rimbalzi 41 (Lombardi, Uglietti 8), assist 10 (Monaldi 5).

STELLA AZZURRA ROMA: Thompson jr 17, Laster 13, Giordano 8, Thioune 4, Cipolla 3, Reale 3, Nikolic 2, Menalo 2, Ndzie 2, Innocenti, Ghirlanda, Fokou. Coach: Germano D’Arcangeli.

Tiri liberi: 14 su 26, rimbalzi 43 (Thompson jr, Thioune 9), assist 4 (Nikolic 2).

 

 

 

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.