Giachetti evergreen: Forlì fa lo sgambetto alla capolista Verona

Serie A2 Recap

UNIEURO FORLÌ – TEZENIS VERONA 83 – 69 (24-17; 42-34; 66-50)

UNIEURO FORLÌ: Rush 13, Kitsing NE, Giachetti 24, Campori, Watson JR 9, Petrovic, Marini 11, Cinti NE, Dilas NE, Benvenuti 12, Bruttini 8, Ndoja 6. All: Dell’Agnello.

TEZENIS VERONA: Poletti 2, Guglielmi ne, Love 10, Tomassini 11, Candussi 17, Prandin 1, Rosselli 4, Udom 7, Severini 3, Morgillo NE, Hasbrouck 14. All: Dalmonte.

SPETTATORI: 3456.

Dell’Agnello recupera in extremis Marini e Bruttini parte con Watson Jr, Campori, Marini, Ndoja e Benvenuti. Si comincia con tre punti di Marini e con la difesa ad essere protagonista, con l’Unieuro che subisce solo 4 punti in 5 minuti (7-4). Verona trova il vantaggio sul 9-10, ma i biancorossi superano e allungano con 7 punti di fila di Giachetti (20-12). Il primo quarto si chiude sul 24-17 con un canestro di Lorenzo Benvenuti sulla sirena.

Nel secondo quarto Hasbrouck riporta Verona a -2 (24-22), ma i punti di Giachetti e Marini, uniti ancora ad una difesa dura e attenta, riportano avanti biancorossi sul 28-25. A metà quarto sale in cattedra Erik Rush, che segna 9 punti in 4 minuti e regala il +9 all’Unieuro (39-30). Il secondo quarto si chiude sul 42-34.

Dopo l’intervallo si riparte con 5 punti filati di Watson JR (47-40) e una schiacciata di Benvenuti, con Verona che risponde colpo su colpo, ma l’Unieuro mantiene un buon margine di vantaggio. Il clima all’Unieuro comincia a scaldarsi, e il PalaGalassi va in estasi con l’alley-oop di Erik Rush, sull’assist da metà campo di Pierpaolo Marini: +11 e timeout Verona. Dopo il timeout la Tezenis rientra sul -6, ma capitan Giachetti segna due punti e la tripla allo scadere: è il canestro del 66-55.

L’ultimo quarto si apre con un’altra schiacciata: questa volta è Piepraolo Marini ad accendere il palazzetto e trascinare i compagni. È la difesa aggressiva e dura che mette in campo l’Unieuro la vera chiave della partita: i bancorossi sono concentrati e attenti e, partendo dalle buone azioni nella propria metà campo, costruiscono un parziale di 8-0 che vale il +16, 76-60. La tripla di Giachetti è il punto esclamativo del match, il pubblico biancorosso canta “Romagna Mia” e applaude giustamente i protagonisti in campo: il finale è 83-69, la capolista cade all’Unieuro Arena.

Dell’Agnello a fine partita: “Abbiamo fatto la partita che avremmo desiderato fare prima di giocarla. Abbiamo vinto meritatamente, sempre avendo la disponibilità dei giocatori e sono veramente contento perché questa è la squadra che noi desideriamo; non è facile, ma oggi contro l’avversario più difficile siamo stati ciò che vorremmo essere sempre”.

Fonte: ufficio stampa Pallacanestro Forlì

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.