Gianni Petrucci insiste: “File di bare fuori dalla finestra, rinviate le Olimpiadi”

Home Nazionali News

Il presidente della FIP, Gianni Petrucci, continua la sua battaglia per il rinvio delle Olimpiadi in programma a Tokyo la prossima estate.

Dopo giorni di smentite, ieri il CIO per la prima volta ha aperto uno spiraglio al rinvio dei Giochi attraverso le parole del presidente Bach: “Per ora lo spostamento o l’annullamento non sono in programma perché anche l’OMS ci ha detto che è troppo presto per decidere. Teniamo aperta qualsiasi possibilità e monitoriamo attentamente la situazione ma ancora non è chiaro quali saranno gli sviluppi di questa emergenza”.

Oggi Petrucci, dalle pagine della Gazzetta dello Sport, è tornato a chiedere con insistenza il rinvio di Tokyo 2020: “Fuori dalla finestra ci sono file scene agghiaccianti con file di bare, si tratta di buon senso anche perché non credo che ci sarebbero sommosse popolari se le Olimpiadi venissero spostate. Sì, mancano quattro mesi ma la macchina olimpica si mette in moto molto prima: sport come vela ed equitazione richiedono lunghi tempi di preparazione, gli atleti arrivano settimane prima. E poi ci sono i tornei di qualificazione, il basket italiano ne ha due: quello 3×3 femminile è stato rinviato e a breve credo che salterà anche il preolimpico maschile. Si parla di qualificazione tramite ranking ma il pass olimpico si conquista sul campo in tutti gli sport, gli esclusi avrebbe vita facile nel farsi ammettere con un ricorso al Tas.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.