Gianni Petrucci: “Solo le conoscenze di Giovanni Malagò possono salvare la Virtus Roma”

Home Serie A News

È notizia di ieri il disimpegno di Claudio Toti da proprietario della Virtus Roma, dopo circa 20 anni. Col futuro più che mai nebuloso, la lettera di Toti ha gettato ancor più nell’incertezza le sorti del club giallorosso, promosso la scorsa estate in Serie A.

In un’intervista al Corriere dello Sport, che ha raccolto diverse opinioni sulla questione, Gianni Petrucci è intervenuto sembrando preoccupato per il destino della Virtus. Secondo il presidente FIP, solo una persona potrebbe salvare Roma: Giovanni Malagò, vale a dire il presidente del CONI.

Purtroppo lo sapevo, Toti mi aveva anticipato la notizia. Ovviamente tutti i miei tentativi di farlo tornare sui suoi passi sono stati vani. Mi dispiace, è una persona alla quale il basket deve tanto: aveva riportato entusiasmo a Roma, città importante per lo sport italiano. Tutto il mondo sportivo dovrà ringraziare la famiglia Toti, compreso il figlio Alessandro, che aveva esordito come presidente. Claudio ci ha messo passione nei momenti più difficili: investire a Roma non è come farlo in altri posti, è una metropoli sempre al centro dell’attenzione. Per noi è una botta difficile da assorbire. È un segnale d’allarme? Diciamo un segnale serio.

Credo che ci sia una sola persona che possa evitare la scomparsa definitiva della Virtus, che che possa impegnarsi per trovare un nuovo imprenditore. Il presidente del CONI, Giovanni Malagò. Lui sarebbe in grado di trovare qualcuno, un gruppo di amici, per rilevare la società. Non ho mai visto nessuno con le conoscenze di Giovanni, anche se so benissimo che oggi la situazione economica si è aggravata. Per di più la Virtus paga un affitto altissimo al PalaEur: si dovrebbe trovare un accordo per costi più bassi. Nella Capitale purtroppo non esiste un altro impianto sportivo…

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.