kobe incidente

Gli agenti di Los Angeles si scambiavano le foto dell’incidente di Kobe mentre giocavano a Call of Duty

Home NBA News

Emergono altri particolari inquietanti sulla diffusione da parte dagli agenti di Los Angeles delle foto dell’incidente in elicottero del 2020 in cui morì anche Kobe Bryant. Nei giorni scorsi, durante il processo iniziato una settimana fa, era stato detto che le foto erano state inviate e scambiate “per gioco”. Oggi uno sceriffo della Contea di Los Angeles ha ammesso di averle passate ad un collega addirittura mentre giocava al videogioco Call of Duty. Lo ha riportato il New York Post.

Questa aggiunta dà un’idea ancora più precisa di come per gli agenti in questione questo comportamento non fosse così grave come invece è. Si tratta di un reato, ovviamente, ma anche di una grandissima mancanza di rispetto per le vittime e per i loro familiari, tra cui Vanessa Bryant che ha fatto causa al dipartimento.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.