Gli arbitri ammettono ancora: “Fallo in attacco di Waiters su Ginobili”

NBA News

Questi Playoffs NBA sono fin qui stati molto controversi dal punto di vista arbitrale: molti sono stati gli errori nei finali di gara commessi dagli ufficiali e sottolineati dalla Lega nel processo di revisione e segnalazioni di chiamate inesistenti o non chiamate fallaci.

Dopo il fallo in attacco di Harden in Gara-3 contro Golden State e i due errori negli ultimi secondi di Gara-7 tra Indiana e Toronto, arriva ora una terza clamorosa svista sul possesso decisivo per i San Antonio Spurs in Gara-2 contro gli Oklahoma City Thunder.

Con i texani a -1, la rimessa per i Thunder e Dion Waiters alla battuta, la guardia di OKC ha spinto Manu Ginobili, in difesa su di lui, per allontanarlo e passare la palla prima di commettere infrazione di 5 secondi. Un fallo che sembra evidente, ma non visto dagli arbitri.

Il capo della terna, Ken Mauer, ha parlato del non-fischio nel post-gara facendo mea culpa: “In campo non abbiamo visto il fallo, ma dopo averlo rivisto al replay abbiamo concordato che si trattasse di un fallo in attacco. E’ una giocata che non avevamo mai visto, ma pensiamo che avremmo dovuto fischiare fallo a Waiters. La sanzione sarebbe stata solo un fallo e il possesso per gli Spurs”.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

1 thought on “Gli arbitri ammettono ancora: “Fallo in attacco di Waiters su Ginobili”

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.