Golden State, Bob Myers difende Durant: “Non capisco perché tutti lo criticano”

Home NBA News

Negli ultimi mesi Kevin Durant è stato al centro di diverse critiche dovute alla sua scelta di lasciare i Golden State Warriors per accasarsi a Brooklyn, dopo che anche la decisione di approdare nella Baia era stata fortemente stigmatizzata dall’opinione pubblica americana. Il presidente degli Warriors, Bob Myers, ha difesa il suo ex giocatore, definendo pienamente legittima la sua voglia di cambiare e mostrando gratitudine per quanto fatto da KD con la maglia di Golden State.

I giocatori possono fare ciò che vogliono, nello sport professionistico si firmano dei contratti e quando scadono ognuno è libero di andare dove vuole, non si può criticare un atleta per questo. Molti in passato hanno detto a Durant cosa avrebbe dovuto fare, pensando che fosse confuso solamente perché non capivano le sue intenzioni. Si fa presto a guardare cosa non va all’interno di una squadra ma spesso ci si dimentica delle cose positive e delle splendide esperienze che si vivono insieme. A me è sempre piaciuto Durant, si è unito a noi vincendo due titoli ed è stato eletto per due volte MVP della Finals, cos’altro doveva fare? Non capisco quale sia il problema nel suo comportamento.

 

Fonte: The Woj Pod

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.