Goran Dragic: “Vogliamo andare fino in fondo. Se resta Kokoskov, vado avanti anche io”

Nazionali
fiba.basketball

La Slovenia è la prima finalista di questo Eurobasket 2017, domani conoscerà l’avversaria per l’oro che sarà una tra Serbia e Russia, ma nel frattempo può godersi un traguardo storico. Merito della coppia formata da Goran Dragic e Luka Doncic, autentiche stelle della competizione, capaci di mandare al tappeto una corazzata come la Spagna e, prima ancora, la Lettonia di Kristaps Porzingis.

Dragic si è detto entusiasta del traguardo raggiunto nel post-partita ed ha dato aggiornamenti sul proprio futuro in Nazionale, dal momento che, a 31 anni e con una carriera NBA da proseguire, non era affatto scontato che decidesse di continuare a vestire i colori sloveni dopo la partita di domenica:

Non abbiamo ancora finito. Abbiamo una gara da giocare, siamo arrivati a medaglia ma ora che siamo qui, perché non andare fino in fondo? La finale sarà una partita incredibile, chiunque saranno i nostri avversari, ma penso che siamo pronti. Questa squadra ha qualcosa di grandioso, di speciale. E’ una squadra giovane con qualche veterano, sono davvero felice di farne parte. Sono il leader, ma i giovani mi seguono a ruota. Cerco di essere un esempio per loro, provo ad essere vocale sia in campo che fuori, e fin qui è andata bene. Remiamo tutti dalla stessa parte e stiamo navigando verso il nostro obiettivo. Il futuro in Nazionale? Se resta coach Kokoskov, resto anche io.

 

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.