Grande rimonta di Brescia dopo una partenza difficile, poi Malaga si risveglia e infligge l’ennesimo KO in Eurocup alla Leonessa

Coppe Europee Eurocup Home

Unicaja Malaga – Pallacanestro Brescia 86-69

(24-12; 17-23; 16-19; 29-15)

Una partenza troppo morbida, una splendida rimonta e poi di nuovo all’inferno: così si può riassumere la partita di Brescia, che cade per la terza volta in Eurocup; stavolta a Malaga, dove la compagine di Esposito è capace di reagire e ritrovarsi dopo una partenza difficile, ma deve alzare bandiera bianca al ridesto dell’attacco andaluso, fluido, corale e terribilmente devastante.

Sin dalla palla a due c’è in campo una sola squadra: i padroni di casa impongono subito il loro ritmo, attaccando forte in tutte le situazioni vantaggiose e sfruttando gli spazi larghi concessi da Brescia, che dal canto suo non riesce ad incidere dentro con Ristic o nelle azioni individuali da fuori, per il 13-2 dei primi 5′; Crawford prova ad accendere una luce per i suoi, ma è troppo solo e l’Unicaja tiene il match in pieno controllo sul 24-12 che chiude la prima frazione. Nel secondo periodo, la formazione andalusa prosegue sui ritmi di inizio gara tenendo sotto gli uomini di Esposito con un gioco corale e fluido, a cui gli ospiti possono solo rispondere con conclusioni individuali (38-20 a metà frazione); un mini parziale di 7-0 spinge Casimiro al timeout, ma stavolta la Leonessa ci crede. E’ sempre Crawford a guidare le operazioni, ma il sostegno dei compagni riaccorcia le distanze, con Malaga che paga dazio con errori pesanti su tiri aperti dalla lunga distanza e Chery sigilla il 41-35 che manda tutti negli spogliatoi.

La ripresa si apre con Brescia che torna a cavalcare l’ottimo momento nel finale della prima parte di gara e, con un 9-0 di parziale confezionato dalla tripla di Burns, trova il primo vantaggio della partita (41-44); nel momento più caldo per i biancoblu, Diaz e Brizuela risvegliano il torpore dell’Unicaja che riesce a pareggiare l’intensità crescente degli avversari e a tenere il punteggio in equilibrio sul 57-54 che precede l’ultimo quarto. In avvio di ultima frazione, si ridesta l’agonismo e la fluidità di gioco degli andalusi che tornano a viaggiare su ritmi e versatilità di soluzioni difficilmente sostenibili dalla Leonessa che torna indietro sul 67-57 per il nuovo timeout di Esposito; i canestri di Alonso tengono in scacco la Leonessa e Diaz mette in ritmo i compagni per il nuovo +13. Brescia non ce la fa più e gli uomini di Casimiro chiudono il conto sul punteggio finale di 86-69.

 

MALAGA: Thompson 3, Santos 2, Brizuela 17, Diaz 9, Alonso 15, Waczynski 11, Abromaitis 9, Guerrero 6, Nzosa 9, Suarez 3, Gerun, Bouteille 2

BRESCIA: Vitali 4, Parrillo, Chery 18, Bortolani 2, Ristic 12, Crawford 14, Burns 9, Moss 4, Sacchetti 6, Ancellotti

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.