Grecia sempre più nel caos: l’Olympiacos si rifiuta di giocare i playoff

Estero Home

Clima sempre più infuocato all’interno del basket greco. La tensione fra Olympiacos e Panathinaikos resta a livelli altissimi, come abbiamo spiegato dettagliatamente qualche giorno fa in questo articolo.

Nelle scorse ore il Segretariato Generale dello Sport, l’ultimo grado di giudizio dello sport greco, ha rigettato la richiesta dell’Olympiacos di ripetere l’ultimo turno di regular season, presentata dalla società biancorossa nella convinzione che tutte le designazioni arbitrali fossero irregolari. La classifica finale è stata confermata, restituendo come verdetto il confronto fra Oly e PAO già nel primo turno.

Una sfida, con gara 1 in programma lunedì, alla quale l’Oly si rifiuta di prendere parte, considerato che la richiesta di avere arbitri stranieri è stata ancora una volta respinta. Confermata, invece, la designazione del signor Panagiotis Anastopoulos, fischietto della contestatissima partita di Coppa di Grecia e bersaglio dell’aggressione dei tifosi reds qualche giorno fa, culminata con il lancio di una bomba molotov contro la sua abitazione.

L’Olympiacos, perciò, ha annunciato, per bocca del presidente Giorgos Aggelopoulos, che non si presenterà al match contro gli acerrimi rivali. Una decisione che comporterà l’automatica esclusione dal campionato della squadra che verrà perciò retrocessa in seconda divisione.

Vedremo se nelle prossime ore la società del Pireo tornerà a più miti consigli, eventualità al momento altamente improbabile.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.