Gregg Popovich: “Limitare Giannis è più semplice con le regole FIBA”

Home Nazionali World Cup 2019

Alcune difficoltà che gli Stati Uniti incontrano nelle competizioni internazionali sono relative al regolamento FIBA, in molte cose diverse da quello NBA e quindi fuori dall’ordinario per le stelle del basket americano. Nella partita di oggi contro la Grecia, però, queste regole sono forse per la prima volta andate a favore di Team USA: come spiegato da Gregg Popovich in conferenza stampa, sono state un fattore nel limitare Giannis Antetokounmpo, che ha sì chiuso con 15 punti e 13 rimbalzi in tre quarti giocati, ma dopo un grande avvio da 7 punti nei primi 5′ di partita si è un po’ spento.

Così Pop davanti ai giornalisti, che gli hanno chiesto proprio se le regole FIBA possano rendere la vita più facile contro Giannis:

Sì, sono d’accordo. Tutto è sempre un insieme di esperienze. Ovviamente, lo abbiamo visto giocare e Giannis è un grande giocatore. La Grecia tira bene, penetrano e attaccano i close-out, giocano bene in post, e Giannis è ovviamente una forza. E’ un insieme di tutto. In generale, abbiamo fatto un buon lavoro a rimanere sempre attivi e provare ad esserlo il più possibile in difesa, e penso sia andata bene.

La regola principale a cui Pop si riferisce è quella che hanno aiutato gli USA a riempire l’area per contenere le penetrazioni di Antetokounmpo: nel regolamento FIBA infatti non esistono i tre secondi difensivi, a differenza della NBA.

Foto: fiba.basketball

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.