Gruppo B: Gran Canaria domina dall’inizio alla fine Brindisi

Eurocup

Gran Canaria – Brindisi 103 – 76

(31-13; 50-35; 77-52; 103-76)

Brindisi prova a reagire alle avversità dell’ultima settimana ed ancora orfana di Reynolds va a fare visita agli spagnoli del Gran Canaria, squadra finalista della competizione lo scorso anno.

I padroni di casa in attacco mettono subito le cose in chiaro segnando ogni volta che alzano la mano; Brindisi per i primi 3 minuti riesce a tenere botta (15-7). Sale l’intensità difensiva di Gran Canaria che sporca tutte le linee di passaggio di Brindisi e grazie ad un ispirato Omic autore già di 10 punti vola sul 19-9. Sale in cattedra Salin che con 8 punti di fila fa volare gli iberici sul +15 (26-11). Un primo quarto da incubo per Brindisi si chiude sul 31-13.

I pugliesi non mettono un briciolo di pressione sul perimetro ed i padroni di casa ne approfittano con una pioggia di triple. Brindisi ha un sussulto e un canestro di Milosevic dopo un rimbalzo offensivo la riavvicina sul -14 (41-27). L’Enel sale fino al -12 ma subisce una schiacciata ed un successivo fallo tecnico ai danni di Kadji che la ricacciano sul -16 (45-29). Brindisi in attacco si appoggia molto su Kadji ma ogni tentativo è vanificato da Salin che mette un’altra tripla (50-33). Il secondo quarto si chiude sul 50-35, con i canarini che tirano con un irreale 70% da due ed il 50% da 3, figlio dei canestri facili in contropiede. Brindisi paga una lentissima transizione difensiva così come accaduto contro Trento.

Gran Canaria riprende da dove ha lasciato, ovvero con due triple di Salin e Kuric (56-37). Segnali di risveglio per Gagic che ne segna 4 di fila (58-43). Ci prova anche Scott e Brindisi ritorna sul -13 (60-47). Purtroppo i minuti concessi in regia all’inesperto Marzaioli permettono ai padroni di casa di recuperare tanti palloni e segnare in contropiede e riallargano la forbice (68-50). Brindisi torna quella del primo quarto ed uno stratosferico Salin chiude la frazione di gioco segnando la tripla del 77-52.

Kyle Kuric
Kyle Kuric

L’ultimo quarto è un’umiliazione per Brindisi che sprofonda sul -30. Il solo Scott continua ad attaccare a testa bassa e chiuderà la sua gara con 20 punti. La partita termina sul punteggio 103-76.

Gran Canaria termina il match con un 63% da due e 47% da tre frutto di canestri facili in contropiede e di tiri sempre presi piedi a terra. Brindisi paga una regia offuscata che non produce mai vantaggi per l’attacco, facendo si che gli esterni ed i lunghi ricevano palla sempre in situazione statica. La prossima trasferta a Ludwigsburg sarà già decisiva per i brindisini.

 

Gran Canaria: Pangos 11, Oliver 7, Savane , Newley 9, Salin 20, Baez 2, Pasecniks 4, Rabaseda 5, Omic 12, Kuric 18, Aguilar 9, Pauli 6

TL   10/13     T2   24/38     T3   15/32

Rimbalzi 32 (Aguilar 10)

Assist 25 (Pangos 8)

Brindisi: Cournooh 6, Banks 8, Scott 20, Kadji 16, Gagic 10, Harris 5, Cardillo , Milosevic 7, Zerini 2, Marzaioli 2

TL   12/18     T2   26/43     T3   4/14

Rimbalzi 28 (Gagic 7)

Assist 9 (Banks 2)

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.