Gruppo B: la Turchia è perfetta e sconfigge la Germania

Home

Germania – Turchia 80-75

(11-31; 13-10; 19-19; 32-20)

ilyasova turchia
Ilyasova, autore di una grande partita contro la Germania

Si affrontano la Germania di Dirk Nowitzki e la Turchia di Ersan Ilyasova nella gremita Mercedes Benz Arena di Berlino, vediamo come è andata la gara.

Il quintetto dei padroni di casa è composto da Schroeder, Gavel, Zipser, Nowitzki e Pleiss; Ataman risponde con Ali Muhammed (Bobby Dixon ndr), Sinan Guler, Cedi Osman, Ersan Ilyasova e Semih Erden. Sono proprio i turchi a partire fortissimo firmando un fulmineo parziale di 11-2 condito da due bombe di Dixon e un gioco da tre punti di Osman. Gli “ospiti” non si fermano mettendo la Germania alle strette con una difesa tutto campo asfissiante e la Turchia, un po’ come contro l’Italia, gioca la partita che vuole, non alzando il piede dall’acceleratore e continuando a segnare in ripetizione, da fuori e dentro l’area con Erden, Ilyasova e Guler, chiudendo così il primo quarto sul 31-11. Per più di due minuti le formazioni non segnano dal campo, e la Germania sembra dare segni di vita con tutte le seconde linee schierate aumentando soprattutto l’intensità difensiva: 6 punti consecutivi di Benzing equivalgono ad una boccata d’ossigeno per i tedeschi, che costringono Ataman a chiamare timeout quando ci stiamo per avvicinare alla metà del secondo periodo; le cose però non cambiano, i turchi tornano a difendere davvero forte mantenendo così la Germania a distanza, anche a causa delle cattivissime percentuali dal campo dei tedeschi, (30-27 a circa 2 minuti dalla fine del quarto), con un Erden sugli scudi (8 punti, 5 rimbalzi, 3 assist e 2 stoppate per lui nel primo tempo). La Turchia continua a dominare e va all’intervallo sul 41-24.

La Germania entra in campo con la giusta faccia, Schroeder firma un canestro in penetrazione e poi un assist per la schiacciata di Pleiss; quest’ultimo però è poi costretto a lasciare il parquet di gioco per il suo quarto fallo, mettendo nuovamente in difficoltà i compagni, che si ritrovano ancora a -16 dopo la tripla di Dixon. Lentamente i tedeschi macinano punti diminuendo lo svantaggio e portandosi a -10 con 5 minuti sul cronometro. I turchi però non demordono e guidati dagli ispirati Erden e Ilyasova (12 punti e 13 punti fino a questo momento) si riportano avanti di 14 lunghezze; le mani dei padroni di casa sono freddissime mentre quelle dei turchi sembrano più bollenti che mai: i ragazzi di Ataman continuano a dare spettacolo e si lanciano sul 60-43 all’ultimo mini-riposo della partita. Nowitzki e compagni cominciano, forse un po’ troppo tardi, a migliorare le percentuali dal campo, ma la Turchia, guidata questa volta da Dixon e Osman, ricaccia lontano i tedeschi, che devono di nuovo vedere gli avversari dal -16 quando mancano 7 minuti all’ultima sirena. Schaffartzik si sblocca da fuori, Schroeder lo imita, Pleiss realizza da dentro l’area e la Germania si porta sul 64-73 a 3 minuti dal termine, ridando un’ultima speranza ai padroni di casa. La speranza è alimentata dall’ennesimo canestro del giocatore degli Atlanta Hawks (Schroeder a 20 punti con 1.30 da giocare) che ricuce lo svantaggio a 7 punti, ma Osman, Guler e di nuovo Erden rimandano indietro gli avversari. La Turchia vince 80-75 sulla Germania.

Germania: Schroeder 24, Nowitzki 15, Gavel, Zipser, Pleiss 7, Lo 7 Giffey 2, King, Schaffartzik 3, Tadda, Benzing 13, Voigtmann 4

Turchia: Ilyasova 15, Muhammed 15, Erden 16, Osman 17, Guler 11, Ozmizrak, Hersek, Mahmatoglu 6, Savas, Korkmaz, Koksal, Aldemir

Fonte foto: eurohoops.net

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.