hackett eurolega

Guerra Ucraina: le decisioni dell’Eurolega diverse da quelle della UEFA

Coppe Europee Eurolega Home

Poco fa la UEFA, alla luce della guerra iniziata questa notte in Ucraina, ha annunciato che la finale della Champions League, inizialmente prevista a San Pietroburgo, sarà spostata. L’approccio del suo corrispettivo nel mondo del basket, Euroleague, per il momento è di temporeggiare. Il Barcellona tra domani e domenica avrà due trasferte consecutive in Russia, prima con lo Zenit e poi con il CSKA Mosca. La partenza dei blaugrana è confermata, ad oggi le due gare sono ancora in programma, nonostante Alex Abrines abbia twittato di non essere particolarmente entusiasta di questa cosa.

I vertici di Euroleague si sono riuniti stamattina per decidere se fosse opportuno sospendere le gare delle proprie competizioni previste sul suolo russo (sono tre le squadre russe impegnate in Eurolega: Zenit, CSKA e Unics Kazan). Nel frattempo chi sta prendendo una posizione forte contro la Russia, anche per via della sua vicinanza a quest’ultima, è la Lituania. La dirigenza dello Zalgiris Kaunas ha chiesto un incontro ad Euroleague per perorare la causa di interrompere le trasferte in Russia. Nel frattempo la LTU, la Federazione lituana, ha deciso che le sue squadre non potranno più giocare contro club russi e dovranno abbandonare le competizioni che le vedono contrapposte a loro e ai bielorussi. Come riportato da Donatas Urbonas, il Kalev Tallinn lascerà la VTB League e il BC Siauliai non disputerà la prossima gara contro l’Enisey nella Baltic League.

Una posizione simile l’ha presa anche la LBS, la Federazione lettone, che ha immediatamente tagliato i ponti con la Russia. Gli arbitri lettoni verranno “ritirati” dalla VTB League, mentre le squadre lettoni non potranno giocare partite su suolo russo, né delegazioni russe saranno benvenute in Lettonia.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.