Hassan Whiteside fa mea culpa: “Le peggiori 12 ore della mia vita”

Home NBA News

La giornata di ieri è stata particolarmente dura per Hassan Whiteside, giovane centro dei Miami Heat e forse maggiore rivelazione della stagione NBA. Il giocatore è stato espulso dagli arbitri durante la partita contro i Boston Celtics per un colpo proibito rifilato a Kelly Olynyk, lasciando la sua squadra che alla fine ha perso il match. Nel post-partita, Dwyane Wade aveva criticato molto duramente l’atteggiamento di Whiteside, definendolo inaffidabile. Il colpo di grazia, infine, era stato dato dalla Lega: squalifica di una partita per la scorrettezza ai danni del giocatore dei Celtics.

Non possiamo immaginare come si sia realmente sentito il centro, che però ha commentato tutto con una frase piena di rimorso ai microfoni dei giornalisti:

“Sono mortificato. Probabilmente le peggiori 12 ore della mia vita”. E come dargli torto? Espulso, criticato dal leader Wade e anche squalificato. Whiteside tornerà in campo nella trasferta di Toronto il 13 Marzo, salterà invece lo scontro diretto in chiave Playoffs contro i Brooklyn Nets.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.