I titolari della Virtus Roma non hanno giocato il primo possesso contro Brescia per protestare contro la società

Home Serie A News

I giocatori della Virtus Roma hanno scelto una protesta pacifica contro la propria dirigenza in occasione della gara di stasera contro Brescia: come è risaputo, i giallorossi devono ancora ricevere il primo stipendio stagionale a causa dei gravi problemi economici in cui versa la squadra. Baldasso, Beane, Robinson, Wilson e Hunt, il quintetto scelto da Piero Bucchi, hanno lasciato trascorrere tutti e 24 i secondi sul cronometro del primo possesso senza tirare, causando la palla persa: un gesto simbolico più che altro, che però se le cose non dovessero cambiare potrebbe essere seguito da uno sciopero vero e proprio.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.