I Golden State Warriors hanno eguagliato un record dei Lakers del 1961-62

Home NBA News

Lo strapotere dei Golden State Warriors, sebbene mutilati di tre quinti del quintetto nelle ultime settimane, è ormai noto a tutti da anni: mai però in una stagione la franchigia era riuscita a far realizzare almeno 50 punti in una sola gara a tre giocatori diversi. Ce l’ha fatta con i 51 punti segnati da Kevin Durant nella sconfitta contro Toronto all’OT: il #35, che ha anche raggiunto una statistica che in NBA non si vedeva dal 2007, è stato il terzo giocatore degli Warriors, in appena 23 partite, a segnare almeno 50 punti dopo Stephen Curry (il 24 ottobre, 51 punti contro Washington) e Klay Thompson (il 29 ottobre, 52 punti contro Chicago).

Era dalla stagione 1961-62 che una franchigia non arrivava a tanto: allora furono i Los Angeles Lakers di Elgin Baylor e Jerry West a riuscirci: il terzetto era completato da Rudy LaRusso. Baylor segnò un massimo di 63 punti in quella stagione, gli stessi di West, mentre LaRusso, che a dire la verità non era un grande scorer (15.6 punti di media in quella stagione), ne realizzò 50 nell’ultima gara stagionale, rimasto il suo career-high.

  • 71
  •  
  •  
  •  

Commenta

Please Login to comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.