Westbrook Lakers

I Lakers non hanno scambiato Westbrook perché credono ancora in lui

Home NBA News

I Los Angeles Lakers hanno deciso di non scambiare Russell Westbrook all’NBA Trade Deadline del 2022. I californiani avrebbero potuto mandare il nove volte All-Star agli Houston Rockets in un accordo incentrato su John Wall, forse senza arrendersi al costo così alto del futuro draft capital (la scelta del primo round del 2027), come era stato precedentemente ipotizzato.

Secondo Ramona Shelburne di ESPN, il front office di Los Angeles ha deciso di non bocciare ancora definitivamente l’esperimento di Westbrook.

“Il modo in cui ho sentito che sarebbe potuto essere fatto con una scelta al primo turno in mezzo, ma poi è stato anche suggerito che avrebbero potuto farlo per uno scambio di scelte”, ha detto Shelburne sul podcast Hoop Collective. “Non conosco i dettagli di come sarebbe stato quello scambio o come avrebbe funzionato. Mettiamola in questo modo: avrebbero dovuto incentivare Houston a fare lo scambio con una sorta di compensazione al Draft. Penso che fosse anche meno di quello che la gente ha ipotizzato”.

“Ma penso che i Lakers non siano pronti a gettare la spugna di fronte all’esperimento Russell Westbrook. Penso che si sentano come se non avessero fatto abbastanza per dire ‘Non funzionerà’. Penso che si sentano come se avessero rinunciato così tanto per prenderlo ed è un giocatore davvero talentuoso se usato correttamente. Credo che si sentano come se non puoi continuare a cambiare tutto il tempo, specialmente quando si tratta solo di cambiare per il bene del cambiamento. È una specie di fraseggio che ho sentito, del tipo: ‘Non facciamo un cambiamento solo per fare un cambiamento’. Facciamo un cambiamento quando sappiamo che ci renderà molto migliori”.

Leggi anche: Draymond Green sarà all’All-Star Game… ma da commentatore sportivo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.