spurs

I rookie degli Spurs trollano “involontariamente” Russell Westbrook

Home NBA News

I San Antonio Spurs, con la cessione di Dejounte Murray ad Atlanta, sono ripiombati nel rebuilding più estremo. All’ultimo Draft sono arrivati nell’ordine Jeremy Sochan (9° scelta), Malaki Branham (20° scelta) e Kennedy Chandler (38° scelta). Due di questi, Sochan e Branham, potrebbero avere un buono spazio nelle rotazioni nella prossima stagione e in un gioco ideato dalla NBA hanno subito dimostrato di avere anche una personalità genuina.

Il gioco consisteva nell’indovinare delle parole solo grazie agli indizi che dava il compagno. La parola che doveva indovinare Sochan era “tripla-doppia”, così ciò che è venuto in mente a Branham per aiutarlo è stato: “Russell Westbrook ne ha tante”. E infatti Russ è primo All-Time per triple-doppie in NBA con 194. Insomma una sorta di attestato di stima che si è trasformato ben presto in una presa in giro per la point guard dei Lakers. Branham ha infatti risposto “mattoni”, e solo dopo un altro indizio è riuscito a indovinare.

Westbrook nelle ultime stagioni è stato soprannominato Westbrick (“brick” vuol dire appunto “mattone”) dai suoi detrattori per le prestazioni negative e i tanti tiri sbagliati. Lui stesso si è però sempre mostrato sensibile a questo nickname dispregiativo, reagendo spesso con rabbia nei confronti dei tifosi provocatori. Chissà che questo non possa accadere anche per i rookie degli Spurs, visto che la clip è ben presto circolata sui social con migliaia di likes e condivisioni.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.