I rookie dei Sixers da 7 anni devono ritirare i panini per i compagni prima delle trasferte

Home NBA News

La vita da rookie in NBA, si sa, spesso non è semplice: il nonnismo è infatti molto forte negli spogliatoi di tutta la Lega, e i nuovi ragazzi ogni anno vengono sottoposti ad alcune goliardiche umiliazioni o scherzi. In casa Philadelphia 76ers, in questo senso, c’è una tradizione che va avanti addirittura da 7 anni. Iniziata da Thaddeus Young ed Evan Turner nel lontano 2012, quest’ultima consiste nell’inviare i rookie a ritirare un ordine da Chick-fil-A, famoso fast food a stelle e strisce, prima di ogni trasferta.

Questa usanza interna allo spogliatoio di Philly è sopravvissuta fino ad oggi, Joel Embiid – e chi, se no? – sta “sfruttando” il rookie Landry Shamet per avere dei panini caldi prima del decollo verso la prossima città NBA. Ma non è il solo: tutti gli altri membri del roster hanno raccontato a Bleacher Report alcune storie riguardo gli ordini di questa stagione, soprattutto JJ Redick e TJ McConnell. Dal 2012, quando fu lanciata questa tradizione, a Philly si sono succeduti ben 5 General Manager e quasi 100 giocatori diversi. I Sixers sono passati dall’essere la barzelletta della Lega a diventare una delle migliori squadre in circolazione. Perché i giocatori passano, ma i panini restano per sempre.

  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.